Ora leggendo
Bit Milano. L’edizione della ripartenza e del Turismo italiano.

Bit Milano. L’edizione della ripartenza e del Turismo italiano.

Ketty Carraffa
View Gallery

Si è conclusa l’edizione 2022 della Bit, la Fiera Internazionale del Turismo di Milano, caratterizzata per la qualità delle proposte espositive, dei buyer presenti e soprattutto per la grande esigenza di rilancio del nostro Paese.

Il bilancio è positivo, dopo la tre giorni di immersione nel mondo del Turismo e della ripresa dallo stop completo, dovuto alla crisi sanitaria mondiale.  Con la presenza del Ministro del Turismo Garavaglia e dell’Assessore Stefano Bolognini, di Regione Lombardia, che hanno portato il loro supporto per gli stand della Fiera, si torna alla speranza da parte delle istituzioni, sul futuro degli investimenti.

Si confermano le tendenze verso un turismo sempre più naturale, sostenibile e responsabile, attento anche alla storia e la cultura, in Italia come all’estero, e verso la valorizzazione dei borghi italiani, in piena ascesa nell’interesse di chi si occupa di territorio e “Turismo di ritorno”, come Salvo Iavarone, Presidente Asmef (Associazione Mezzogiorno Futuro), che da molti anni realizza e promuove progetti su questo tema, ormai come un impegno concreto.

Valorizzare i borghi è realtà per il comune di Rotondella, (Basilicata), “balcone dello Jonio”, brillantemente rappresentato da giovani amministratori, tra i quali Eleonora Divincenzo, che ha raccontato dei progetti e innovazione, legati all’immagine di questo paesino, il “terzo borgo d’Italia” 2019.

“Il Comune di Rotondella è lieto di presentare, in anteprima, il “Passaporto del Turista” nonché di presentare le nonne chef, tramite la vetrina del FLAG: “La Basilicata blu dei due mari”. Tale iniziativa rientra a pieno titolo nel percorso di valorizzare del nostro territorio”, dice Eleonora  orgogliosa e molto positiva per le nuove opportunità di crescita della sua regione.

Questa è una delle tante iniziative e offerte innovative del Turismo, così come si gustano i sapori della bellezza italiana, negli stand della Puglia, della Toscana, della Lombardia, delle Marche, del Molise, Campania o del Veneto, così come al primo piano, quello dedicato alla presenza internazionale, tra gli stand del Senegal o si Cuba…

Espositori e buyer concordano nella focalizzazione sulle esperienze nuove e originali per cogliere le opportunità della ripartenza

La manifestazione di riferimento per il turismo in Italia, che si è conclusa a Fieramilanocity con un intenso networking e presentazioni di novità, caratterizzati dalla qualità delle proposte degli espositori e dei buyer altamente profilati.

Una grande qualità che si è declinata sempre più in tendenze futuribili, come il metaverso e i viaggi spaziali, ma anche con la conferma per la prossima stagione del turismo slow, etico e sostenibile. Una delle tendenze clou di quest’anno sono i cammini, da quelli spirituali ai naturali, con il ritorno del cicloturismo, le vacanze attive e all’aria aperta con un tocco di luxury e glamour, come nel glamping. Sempre molto forte il trend enogastronomico, coniugato alla scoperta dei borghi e di storia e cultura.

Guarda anche

Tutti, operatori e politici, sono d’accordo con un giudizio positivo: BIT è stata un’occasione per guardare al futuro dopo due lunghi anni di attesa. È stata una soddisfazione veder presenti partner, fornitori, clienti, giornalisti e trade, segno anche della voglia di ritrovare una normalità e la voglia di viaggiare…

La prossima edizione tornerà nella tradizionale collocazione a febbraio, a fieramilanocity dal 12 al 14 febbraio 2023.

 

 

Visualizza commenti (0)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

© 2021 1channel. Tutti i diritti riservati.

Scorri verso l'alto