Home Evidenza Zepter Lifestyle, oggettistica di lusso di nuova tecnologia

Zepter Lifestyle, oggettistica di lusso di nuova tecnologia

613
0

Un’occasione tutta al femminile per incontrare donne speciali e condividere emozioni,sentimenti,                   storie…Un evento speciale per donne di tutto il mondo che si riconoscono nell’eleganza e nello stile Zepter. In occasione di Festa delle Donne il concept store Zepter Lifestyle nel cuore di Milano è stato trasformato in un ambiente unico dalle atmosfere russe. Tra eleganti oggetti di design e raffinati pezzi d’arte contemporanea non sono mancate le profumate mimose…Un atmosfera tipica russa tra vodka, blini al caviale, patè e musica.  Ancora una volta il prestigioso salotto dell’eleganza si conferma come luogo di ritrovo e convivialità.

A poca distanza dall’affascinante quadrilatero dello shopping di lussoZepter Lifestyle non è soltanto una vetrina tradizionale ma uno spazio raffinato ed elegante per ospitare anche eventi e incontri con personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura. Arredato con i marmi e i legni più preziosi, Zepter si propone come un vero e proprio salotto metropolitano di tendenze e caposcuola di   come vivere nello stile. Gli oggetti esposti su scaffali, sono accarezzati dalla luce di grandi lampadari in cristallo di Boemia, vere e proprie opere d’arte.

Il successo di Zepter  è da oltre 25 anni, è il rivoluzionario sistema di cottura che ha conquistato le casalinghe di tutto il mondo e che consente di cucinare senza aggiunta di acqua, sale e olio. Un’ampia gamma di articoli per la tavola proposta da Zepter che unisce lo stile e l’eleganza. Oltre 500 punti vendita diffusi in tutto il mondo.

” Siamo fieri dei nostri prodotti, della loro qualità, del loro design e della nostra avanzata tecnologia. Amiamo il nostro lavoro e rispetiamo chi lavora con noi – spiega Philip Zepter, la nostra attività è mossa da un principio fondamentale, prenderci cura della vostra bellezza”

Yulia Shesternikova

Previous article21/27 marzo – Milano: ACRA al Festival del cinema Africano
Next articlela rivincita del denim

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here