Home Cantine Artigianale, agricola e per celiaci, arriva la birra made in Italy

Artigianale, agricola e per celiaci, arriva la birra made in Italy

32
0
SHARE

Nasce in casa Gjulia la novità nel panorama internazionale delle birre per celiaci. Il microbirrificio artigianale e agricolo friulano ha messo a punto e si appresta a distribuire la prima birra artigianale e agricola dedicata agli intolleranti al glutine realizzata con malto d’orzo. La birra si chiama Koilìa (dalla radice greca della parola celiachia) e, questa la novità più importante, sarà realizzata utilizzando il malto d’orzo e non di altri cereali che vengono normalmente impiegati come surrogati per questo tipo di produzione.

birra-senza-glutineIl glutine infatti, secondo un sistema personalizzato da Gjulia e attuato nella fase di produzione della birra, viene eliminato senza lasciare alcuna traccia, in maniera completamente naturale.
Un sistema innovativo che consente la produzione di una birra totalmente gluten free senza perdere nulla del classico e piacevole sapore tradizionale.

In più la Koilìa è anche artigianale e agricola, e quindi ben diversa dalle altre birre in commercio che, realizzate in maniera industriale, offrono una limitata esperienza di degustazione.

In base alle conoscenze del birrificio, in opera già da due anni con sei diverse tipologie di birre prodotte, la Koilìa ha una nuova ricetta ad hoc ed è una bionda ad alta fermentazione dal colore giallo carico con riflessi aranciati. Al naso giunge con profumo di agrumi, al palato trasmette freschezza e facilità di beva. Una birra che si adatta a tutte le stagioni e a molti abbinamenti, un vero passepartout che per 30 giorni fermenta in serbatoi di acciaio a temperatura rigorosamente controllata dove forma il corpo e il grado alcolico. Viene poi imbottigliata con l’aggiunta di lieviti selezionati e lì rifermenta per altri 25 giorni dove si affina e lascia il classico sedimento naturale.

Koilìa rappresenta una novità per Gjulia anche per quel che riguarda i canali distributivi. La birra made in Fvg infatti solitamente si trova in ristoranti ed enoteche, un circuito di qualità che consente la massima valorizzazione delle qualità artigianali di Gjulia. Koilìa invece proprio per la sua caratteristica principale di essere gluten free entrerà anche nella grande distribuzione in modo da poter essere acquistata con maggiore facilità da chi soffre di questa particolare intolleranza, ma anche da chi vuole provare una bionda diversa dal solito.

Koilìa ha una gradazione alcolica pari a 4,7% vol., i gradi plato sono 10, la temperatura di servizio è di 8/10° C ed è disponibile in un unico formato da 500 ml

Potrete assaggiare questa nuova bontà e tutte le altre birre di Gjulia, compresa la recente Nostrana (biologica e adatta per l’estate) durante il Cibus di Parma, il  17° Salone Internazionale dell’Alimentazione in programma dal 5 all’8 maggio, presso lo stand H 68 del Padiglione 3.
Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here