Ora leggendo
Lamborghini , 1.602 auto nel 2011 (+23%). Nuovo Suv a Pechino

Lamborghini , 1.602 auto nel 2011 (+23%). Nuovo Suv a Pechino

Redazione

Automobili Lamborghini ha chiuso il 2011 con un incremento a due cifre sia nelle vendite che nei ricavi. Lo scorso anno sono state immatricolate 1.602 unità, con una crescita del 23% rispetto al 2010 quando ne erano state vendute 1.302.

Foto: Lamborghini: nuovo Suv a Shanghai

A livello di ricavi Lamborghini è invece cresciuta del 19%, passando da 271 a 322 milioni di euro. Stati Uniti e Cina hanno confermato la loro posizione di mercati più importanti per la Casa di Sant’Agata Bolognese, seguiti da Gran Bretagna, Germania, Italia e Medio Oriente. A riscuotere il maggiore successo è la nuova Aventador, ma entro il 2016 dovrebbe arrivare la terza linea di prodotto Lamborghini, l’atteso Suv-crossover le cui forme saranno svelate al prossimo salone di Pechino.

“Se guardo al 2011 sono abbastanza soddisfatto – ha detto Stephan Winkelmann, presidente ed AD di Automobili Lamborghini – perché lo scorso anno ha evidenziato un rinnovato interesse per la Gallardo e soprattutto per l’arrivo trionfale della Aventador, che dimostra chiaramente le capacità di Lamborghini nelle nuove tecnologie”. Per effetto di un portafoglio ordini che copre 18 mesi di produzione, l’azienda ha dovuto adeguare le capacità dello stabilimento di Sant’Agata: “abbiamo rivisto per due volte la programmazione – ha precisato Winkelmann – e oggi la capacità per la Aventador è di 750 unità all’anno, contro le 700 previste inizialmente”. Quella in cui opera Lamborghini è una “nicchia” nel segmento delle supersportive, valutato da Winkelmann in circa 25.000 unità per il 2011. “Il momento di massima espansione – ha ribadito l’AD di Lamborghini – è stato il 2007 quando nel mondo si sono vendute 35.000 auto di questo tipo. Nel 2009 si è scesi a 20.000 unità e per l’anno in corso non prevediamo sostanziali incrementi rispetto al 2011”. Secondo Lamborghini, la competizione con Ferrari è tale solo nell’ambito dei modelli V8-V10: “Le loro sportive con motore centrale e la nostra Gallardo sono vere concorrenti. Non c’è invece sovrapposizione tra la nuova F12berlinetta e la Aventador – ha precisato Winkelmann – in quanto Ferrari con il motore V12 fa delle gran turismo e noi, con il nostro V12, facciamo una supersportiva. La clientela è diversa”.

Guarda anche

La Casa di Sant’Agata presenterà al prossimo Salone di Ginevra una novità assoluta, un’auto prodotta in esemplare unico che “testimonierà la capacità innovativa di Lamborghini ed un uso diverso del carbonio”. Ma il vero grande debutto di quella che sarà la terza linea di prodotto è atteso per il Salone di Pechino in aprile: “dobbiamo ancora decidere come procedere per la nuova futura Lamborghini – ha anticipato l’AD di Lamborghini – ma posso confermare che sarà un modello destinato ad un segmento di riferimento più ampio, circa 100mila unità all’anno, ed in cui le versioni luxury sono oggi inesistenti. Il nostro obiettivo è fare più volumi”. Il riferimento ad un probabile suv-crossover sportivo è evidente. “Per il nostro terzo modello useremo le sinergie all’interno del Gruppo Volkswagen – ha detto Winkelmann – ma occorre ancora valutare la disponibilità di piattaforme e soprattutto trovare i finanziamenti. Il Gruppo Volkswagen crede fortemente in Lamborghini ma per procedere ci vuole una posizione che permetta un giusto incrocio tra brand e modelli del Gruppo. Per passare dall’idea alla vettura completa ci vogliono quattro anni – ha concluso l’AD di Lamborghini – e noi vogliamo essere sul mercato non più tardi del 2016-2017”.

Visualizza commenti (0)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

© 2021 1channel. Tutti i diritti riservati.

Scorri verso l'alto