Home Evidenza Un’arma ad alta precisione

Un’arma ad alta precisione

82
0
SHARE

Le ultime notizie dal Pakistan sui morti fra la popolazione civile hanno spinto le Nazioni Unite a chiedere agli Stati Uniti di indagare sugli attacchi dei droni nel corso delle operazioni antiterrorismo.

Nel rapporto presentato dall’esperto Ben Emmerson, si sottolinea che le vittime di questi attacchi ormai si contano a centinaia ed e’ necessario aprire un’inchiesta su questi fatti terrificanti.
Russia, Cina e Pakistan hanno sostenuto questa iniziativa.

Nei 300 attacchi degli ultimi sette anni, sono morte piu’ di due mila persone. Durante la presidenza di Obama, rispetto agli otto anni della presidenza Bush, il numero di attacchi si e’ quintuplicato.

Gli aerei senza pilota sono in grado di colpire gli obiettivi prima irraggiungibili, ma a prezzo della vita dei civili, inermi ed innocenti.

E’ chiaro che gli strumenti di bordo non permettono di distinguere un terrorista da un civile, ma questo, sottolinea Denis Fedutinov, direttore del portale web UAV.ru, non giustifica la decisione di colpire sia i buoni che i cattivi:

“Al pari dell’efficienza di questi attacchi, esistono anche i problemi di cui parlano gli avversari di questo metodo. In effetti, spesse volte soffre la popolazione civile. In ogni caso e’ l’uomo che decide di sparare o meno, sia esso un pilota o un operatore del Centro comandi. Un’altra cosa e’ che un pilota o un operatore del drone non sempre e’ in grado di individuare con una precisione al 100 %, se si tratta di un terrorista o di un passante”.

L’inchiesta e’ necessaria, pero’ e’ arduo supporre che essa porti a mettere da parte i droni, dice l’analista Aleksandr Khramcikhin, dell’Istituto Analisi politica e militare:

“Con i droni si cerca di assastare colpi piu’ precisi che con gli aerei pilotati. Si tratta di un’arma ad alta precisione, una classe di armamenti molto promettente, in rapido sviluppo in tutto il mondo. Non riesco ad immaginarmi che vengano posti dei limiti, perche’ questa non e’ un’arma chimica o quella biologica, chiaramente barbariche.“
Pero’ e’ possibile applicare ai droni quanto messo a punto con le tecnologie a doppio utilizzo nel rispetto del diritto internazionale.

Margarita Bogatova RUVR.RU

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here