Home LiberaMente Un prodotto nostrano con tanto zucchero, poche nocciole e troppo olio di...

Un prodotto nostrano con tanto zucchero, poche nocciole e troppo olio di palma

81
0
SHARE

Criticare la Nutella è difficile, perché si tratta di un prodotto cult supportato da numerose campagne pubblicitarie venduto a un prezzo conveniente. Come accade per la  Coca-Cola, anche per la Nutella si parla di una ricetta misteriosa, ma si tratta di  una leggenda metropolitana, perché è solo una semplice crema alla nocciola con tre  ingredienti  principali:  zucchero, olio di palma e nocciole.
NutellaBasta leggere l’elenco degli ingredienti per capire che siamo di fronte a una preparazione con un profilo qualitativo non proprio eccellente. Confrontando le materie prime di Nutella con quelle di altre creme spalmabili si nota che gli ingredienti utilizzati sono simili (vedi tabella sotto), ma cambia la quantità e la tipologia dei grassi. Nella lista degli ingredienti  della crema Ferrero troviamo al primo posto lo zucchero seguito dall’olio di palma e solo al terzo posto le nocciole con il 13%. Nelle creme che proponiamo in questo elenco il quantitativo di nocciole (ingrediente più costoso che caratterizza il prodotto) raddoppia o triplica e come materia grassa non si usa il mediocre olio palma ma l’eccellente burro di cacao (considerato l’ingrediente principe di tutti i prodotti a base di cacao e cioccolato).
L’abilità di Ferrero consiste nel l’essere riuscita a rendere piacevole al palato una miscela composta da poche nocciole tanto zucchero e tanto grasso  di mediocre qualità come il palma.  Nutella contiene solo una frazione del grasso di palma ottenuta da un macchinario che  possiedono pochissime aziende al mondo. La scelta del palma permette di abbassare drasticamente i costi di produzione e di usare poche nocciole, anche se  penalizza la qualità nutrizionale della crema essendo un grasso sconsigliato dagli esperti di nutrizione.
L’aroma. Nutella usa la vanillina (un aroma artificiale, molto utilizzato nell’industria dolciaria al posto della vaniglia naturale perché costa pochissimo rispetto alla vera vaniglia e al vero aroma utilizzato dalle altre creme.
La prova sensoriale. Per scoprire qual è la crema migliore bisogna acquistarne un vasetto tra quelli elencati nell’elenco e fare un confronto spalmandole su una fetta di pane valutando la consistenza, la fragranza e l’aroma. Il profumo tipico del cacao deve essere persistente e lo zucchero non deve prevalere sugli altri sapori.
Il prezzo. Nutella è il prodotto leader del settore e ha un prezzo decisamente interessante 6-7 euro/chilo. Per acquistare le creme senza olio di palma, bisogna spendere 2-3 e in alcuni casi 4 volte di più. Fare concorrenza a Nutella è impossibile perché il costo delle materie prime scelte da Ferrero è talmente basso e le nocciole sono così poco presenti  da rendere difficile  un confronto con le creme preparate senza olio di palma.
Ma Nutella è un mito, perché oltre ad avere un gusto e un sapore unico, è anche un marchio e non bastano certo discorsi logici per ridimensionare un prodotto cult. Non pretendiamo di convincere milioni di fan, ma un concetto deve essere chiaro, le creme alternative non hanno il gusto della Nutella, ma forse hanno il vero sapore della crema di nocciole. Provare per credere.
di Roberto La Pira (Il Fatto Alimentare)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here