Home Cantine Un nuovo spumante di eccellenza dedicato agli amanti dei bassi dosaggi

Un nuovo spumante di eccellenza dedicato agli amanti dei bassi dosaggi

38
0
SHARE
Spumante Guia

Dalla sapienza enologica di spumantizzatori della Cantina Bortolin Angelo nasce il Valdobbiadene Docg Rive di Guia, uno spumante che con i suoi aromi e profumi racconta il territorio in cui è radicata la famiglia Bortolin.
“E’ come un sorso della nostra storia, sintesi di ciò che siamo stati e ciò che siamo oggi”,  afferma Desiderio Bortolin, titolare della cantina che per prima imbottiglia un Valdobbiadene Docg frutto delle sole uve provenienti da Guia, il paese sui colli valdobbiadenesi che ha visto crescere la famiglia e l’attività imprenditoriale di Bortolin Angelo.

Spumante Guia
Spumante Guia

“Abbiamo raccolto – spiega – le uve delle vecchie viti dei nostri vigneti più preziosi in località Sommaval ottenendo questa sintesi asciutta e minerale del cuore storico della denominazione DOCG in cui l’altitudine, la luce e i suoli minerali regalano sapori unici a uno spumante creato con la stessa passione e dedizione dei miei nonni. Un progetto che è nato dalla consapevolezza di poter comunicare attraverso i sensi il nostro speciale patrimonio fatto di terra, di cultura e secoli di esperienza. Ne è nato un Valdobbiadene schietto, netto, pulito e verticale. Dedicato a tutti gli amanti dei bassissimi dosaggi”.
Ancora una volta la maestria di spumantizzatori valdobbiadenesi porta la Bortolin Angelo a produrre uno spumante di eccellenza, all’altezza degli altri vini della cantina da tempo riconosciuti a livello nazionale ed internazionale come una delle migliori espressioni del metodo Conegliano-Valdobbiadene.

Un prodotto straordinario che sarà offerto in degustazione in anteprima esclusiva al prossimo appuntamento del Vinitaly, in programma a Verona dal 6 al 12 aprile, dove la cantina Bortolin Angelo avrà uno stand completamente rinnovato e in una nuova posizione più spaziosa e strategica (PAD 8 stand H4).
Lo stand sarà allestito con arredi ecosostenibili realizzati in cartone dall’azienda trevigiana Cartimballo a rappresentare l’attenzione che la cantina di Guia ha per il rispetto dell’ambiente e la tutela del paesaggio e del territorio. In quest’ottica essa ha di recente ultimato la costruzione del nuovo centro di conferimento e vinificazione secondo alti standard di ecosostenibilità e di basso impatto visivo.

“Il territorio è tutto – afferma Bortolin – dobbiamo tutto alla natura e al meraviglioso paesaggio in cui siamo immersi. Esso è la nostra storia e deve rappresentare anche il nostro futuro”.

La Cantina Bortolin Angelo Spumanti è situata nel cuore dei colli di Valdobbiadene, a Guia, ed è una delle cantine della denominazione che rappresentano nel modo più autentico la tradizione e l’eccellenza enologica del territorio producendo spumanti da sempre esclusivamente al 100% Valdobbiadene Docg.

Fondata nel 1968 da Angelo Bortolin, l’azienda è specializzata in spumanti dal 1983. Nel 1993 ha inizio il graduale inserimento dei tre figli (Cristina, Paola e Desiderio) tra i soci dell’azienda, un passaggio generazionale che si è compiuto definitivamente nel gennaio 2010 con la qualificazione di Desiderio Bortolin come socio di maggioranza e la trasformazione della snc in sas.

Insignite della prestigiosa Medaglia d’Oro al Vinitaly 2011 e del titolo di “Oscar tra gli Oscar” nella Guida Bollicine d’Italia 2012 del Gambero Rosso, le bollicine Bortolin Angelo ottengono premi e riconoscimenti ad ogni concorso enologico nazionale e internazionale a cui partecipano. Gli spumanti della cantina sono prodotti con le migliori uve vocate del territorio provenienti dai vigneti di famiglia ancor oggi coltivati, curati e vendemmiati rigorosamente a mano con quella passione antica che si può tramandare solo di padre in figlio. Sono oggi scelti dalle stelle della musica e dello spettacolo come bollicine ufficiali di numerosi eventi tra i quali Casa Sanremo, Casa Miss Italia, i grandi concerti Live di Radio Italia, il tour italiano di Bruce Springsteen, e molti altri.

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here