Home Evidenza Secondo giorno del viaggio mediorientale di Putin: ha invitato i palestinesi a...

Secondo giorno del viaggio mediorientale di Putin: ha invitato i palestinesi a dare prova di autocontrollo

176
0
SHARE

Il presidente della Russia Vladimir Putin visiterà oggi i territori palestinesi dove discuterà di uno sbocco diplomatico del conflitto tra la Palestina ed L’Israele.

“Il tema principale dell’incontro con il leader palestinese sarà la discussione della situazione attuale tra Palestina e Israele nel contesto delle rispettive relazioni con Amman, dall’inizio dell’anno” – ha dichiarato in una breve conferenza stampa Yurij Usciakov, assistente del Presidente della Federazione Russa per le questioni internazionali.

Il Capo dello Stato Russo ha svolto a Betlemme i negoziati con il leader dell’Amministrazione Nazionale Palestinese Mahmoud Abbas e ha partecipato alla cerimonia dell’inaugurazione del Centro Russo di Scienza e Cultura.

Il tema principale dei negoziati con Mahmoud Abbas sono state la situazione nella regione e la mediazione della Russia nella conciliazione del conflitto palestinese-israeliano. La Russia è un partner importante del quartetto dei mediatori internazionali insieme agli USA, all’Ue e all’ONU. Lo Stato Russo svolge un ruolo importante – quello di negoziatore imparziale che mantiene i rapporti fiduciari con entrambe le parti in conflitto.

Voglio constatare la posizione responsabile che hanno assunto i dirigenti dell’Autonomia Palestinese e personalmente il Presidente Mahmoud Abbas, la loro attinenza alla conciliazione pacifica del conflitto sulla base del diritto internazionale e del principio dei due Stai,- ha dichiarato Vladimir Putin. Sono convinto che tutte le azioni unilaterali prima della conciliazione definitiva sono controproducenti. Occorre dare prova di massimo autocontrollo e rispettare rigorosamente gli impegni assunti. Certamente, alla soluzione del conflitto contribuirebbe anche un sollecito ripristino dell’unità politica della Palestina.

Mahmoud Abbas ha assicurato che la Palestina non intende abbandonare il processo di pace con Israele, solo che esistono alcune condizioni al riguardo: in particolare, Israele deve cessare la sua attività per la costruzione di insediamenti ebraici sui territori palestinesi.

Abbiamo chiesto al Presidente russo di fornire assistenza nella liberazione dei detenuti palestinesi rinchiusi nei carceri israeliani dal 1994,– ha dichiarato Mahmoud Abbas. – Esistono le relative intese con la Parte israeliana, ma Tel Aviv non vuole rispettarle. Abbiamo ribadito al Signore Presidente che l’unica via che conduce alla pace nella regione passa attraverso il dialogo negoziale con gli israeliani. Abbiamo ribadito anche la necessità di svolgere una conferenza di pace sul Medio Oriente, come avevamo convenuto qualche tempo fa.

VOCE: La tappa conclusiva del viaggio di due giorni di Vladimir Putin per il Medio Oriente è la Giordania.

Fonte RUVR

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here