Home Eventi Il salotto di Milano nella Shoping House in via della Spiga

Il salotto di Milano nella Shoping House in via della Spiga

195
0
SHARE

In via della Spiga 2 a Milano, nel cuore del quadrilatero della moda, è nata la prima Shopping House del lusso. Più di una showroom, più di un concept store, Il Salotto di Milano è uno spazio innovativo ideato per valorizzare moda, accessori, gioielli, arte, design e cultura.  In questa esclusiva cornice è recentemente stato presentato in anteprima il romanzo giallo di  Hélène Blignaut e sono state degustate due etichette della Azienda agricola-Agriturismo Eucaliptus di Bolgheri selezionate da Personal Sommelier di Stappo, adatte alla lettura delle avventure dell’investigatore Malraux.
Il piacere di vini da meditazione nell’emozione di un spazio lussuoso, arredato… ad arte.
Icona dell’eccellenza made in Italy, il Salotto di Milano è un luogo unico, studiato nel dettaglio per offrire un ambiente di design, originale e di altissimo profilo, che sappia esporre, proporre, valorizzare con garbo ogni evento in un’atmosfera ricca di emozione.

Martedì 22 maggio i Personal Sommelier di Stappo hanno scelto di incantare gli ospiti del Salotto di Milano “decantando” due etichette molto particolari, scelte con estrema cura per accompagnare la lettura del  nuovo Thriller di Hélène Blignaut dal titolo “Sangue sulla Promenade”. Vini che assomigliano alla trama che coinvolge  dalla prima all’ultima riga. Un vino che al primo impatto lascia una impressione di forza e potenza che lascia a chi lo beve sensazioni nette che però si modificano non appena lo si lascia qualche secondo in bocca diventando equilibrato e morbido. Un vino che va degustato fino in fondo come un “giallo”, dove la suspense termina con la parola fine.

Matteo Bracciali Elefantino Blu

Nuovi mondi e nuovi modi di intendere, raccontare, spiegare i “sapori del vino” sono la sintesi del progetto firmato Stappo, Your personal sommelier.
Descrivere luoghi e cultura, illustrare tradizioni e innovazione in una proposta originale che sappia esprimere il fascino della viticoltura e della vinificazione in contesti esclusivi, il mantra di una start up che sta raccogliendo unanimi consensi.

In degustazione:
TOSCANA IGT VIOGNER: vitigno bianco originario della Francia ancora poco conosciuto da noi, dotato di una impronta olfattiva importante fatta di note floreali e fruttate; in bocca si presenta fresco, sapido con un lungo finale; una delle sue caratteristiche è quella di non perdere le sue “note” anche dopo molti minuti dalla mescita.
BOLGHERI DOC ROSSO: taglio bordolese di Merlot, Cabernet S, Syrah sapientemente combinati ed affinati in Barrique di rovere francese, dotato di potenza olfattiva importante fatta di frutti rossi, note erbacee, tabacco; in bocca dapprima caldo ed avvolgente, poi equilibrato con una nota tannica ed un finale lungo con aromaticità tipica dei vini passati in legno

Il libro:

Pisapia/Spazio Orti 14

In libreria dal 24 maggio, il thriller di Hélène Blignaut – scrittrice e saggista sudafricana da anni residente in Italia, antropologa della moda, esperta di trend e comunicazione – è una detective story ambientata nell’estate del 2016, nei giorni immediatamente precedenti e successivi al terribile attentato di Nizza del 14 luglio sulla Promenade des Anglais.
Il protagonista, l’affascinante ispettore Malraux, indaga, assieme a un anziano decrittatore di codici segreti, Michele Rossi, sulla morte di un anziano attore di teatro, annegato in circostanze poco chiare
nel Golfo del Tigullio.
Questo mistero privato si mescola a una tragedia collettiva e s’intreccia con la storia di una passione impossibile tra un giovane medio-orientale e una donna francese, matura e affascinante, sublimata nella suggestione dell’amore leggendario del poeta sufi
Rumi e il danzatore derviscio Shams.
Che cosa lega tutti questi eventi? Il romanzo di Hélène Blignaut si rivela un’elegante commedia che evolve in tragedia fino al parossismo dell’inaspettato finale.

Hélène Blignaut è docente in Master Universitari e ha al suo attivo numerosi saggi sull’evoluzione dei comportamenti sociali. Con “Sangue sulla Promenade” approda al genere thriller ma con una particolare attenzione alla storia contemporanea.

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here