Home Bellessere Rimedi naturali per contrastare la cellulite

Rimedi naturali per contrastare la cellulite

44
0
SHARE

imagesIn realtà cellulite e smagliature non sono affatto malattie ma sono considerate difetti o inestetismi a causa dei canoni estetici imposti dalla attuale società (almeno in quella occidentale, perché non è dappertutto così). Se, per esempio, osserviamo le rappresentazioni femminili in molti dei capolavori artistici rinascimentali o barocchi troviamo anche nelle divinità forme e proporzioni che oggi sarebbero bersaglio di pubblicità di palestre e centri estetici: in quei dipinti e in quelle sculture non ci sono certo top-model “senza un filo di cellulite”. Chi avrebbe avuto qualcosa da ridire, negli anni 50, sulle forme di Marilyn Monroe? Detto questo cerchiamo di mantenerci in forma… senza esagerare. Sfruttiamo pure i progressi della scienza e della tecnica, ma evitiamo di esserne succubi.
Le cause
Il termine cellulite, a stretto rigore, indica un’infiammazione del sottocute, provocata generalmente da un’infezione. Quella estetica, del linguaggio comune, viene adesso definita come pannicolopatia-edemato-fibrosclerotica (PEFS nel linguaggio tecnico). L’aspetto tipico della cellulite dipende dal fatto che il tessuto adiposo sottocutaneo si organizza a “isole” (i cuscinetti adiposi) e non più come uno strato omogeneo. Alla base troviamo alterazioni della microcircolazione sanguigna e linfatica, ritenzione idrica, formazione di membrane fibrose che circondano e formano i cuscinetti adiposi. La sua manifestazione, a carico quasi esclusivo del sesso femminile, denuncia che i fattori genetici e ormonali hanno una grossa parte di responsabilità. Con l’età la “buccia d’arancia” tende a formarsi più facilmente, ma a volte la vediamo comparire anche in soggetti giovani. Il tessuto adiposo in eccesso e l’obesità comportano quasi inevitabilmente forme di cellulite anche grave: un momento fondamentale della prevenzione e della cura inizia a tavola.

Rimedi naturali
A parte le consuete raccomandazioni su quantità e qualità dei cibi, potrebbe essere necessario analizzare il proprio quadro metabolico per elaborare una dieta “ad personam”. Gli anticoncezionali ormonali in alcuni casi possono aggravare o provocare la cellulite. L’attività fisica, come è noto, brucia i grassi: utilizziamo di più le gambe per i nostri spostamenti. Il massaggio drenante linfatico, eseguito da personale esperto e qualificato, migliora la circolazione e riduce la ritenzione idrica. Le piante utili sono quelle che agiscono sul ristagno dei liquidi, sul microcircolo, sui grassi: betulla (foglie e linfa), ananas, tarassaco, ginkgo biloba, pungitopo, meliloto, centella, hamamelis, tè verde, mirtillo rosso. Si utilizzano sia per via orale che locale in creme o gel, in diverse combinazioni. Edera e ippocastano si usano solo esternamente. La mesoterapia e l’elettroporazione (tecnica adatta a chi non sopporta gli aghi), che si possono praticare impiegando formulazioni omeopatiche o fitoterapiche adattate alla singola situazione, possono dare buoni risultati, soprattutto alle prime avvisaglie.

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here