Home Evidenza Quattro fuoriclasse della cucina italiana a Villa Lario Resort per un menu...

Quattro fuoriclasse della cucina italiana a Villa Lario Resort per un menu unico

118
0
SHARE

Giancarlo Morelli_Vittoria Belvedere 2Si avvicina uno degli eventi più attesi del programma di cene stellate promosso da Villa Lario Resort, la location di Mandello del Lario scelta da Euro-Toques International come sede per Expo 2015. Il prossimo 18 ottobre, infatti, le cucine del resort ospiteranno quattro tra i più noti e titolati chef italiani: Giancarlo Morelli, Claudio Sadler, Filippo La Mantia e Enrico Derflingher, padrone di casa a Mandello del Lario.

Quattro “superchef” riuniti in cucina per una sera da Enrico Derflingher, già chef della Casa Reale inglese e di George Bush Sr. che, dopo numerose esperienze internazionali, è oggi a capo di Euro-Toques International, l’unica associazione di Chef riconosciuta dall’Unione Europea. Una squadra di fuoriclasse, ognuno con un proprio percorso professionale e umano, in grado di mettere in ogni piatto un tocco personale di eccellenza. Claudio Sadler_Michelle Hunziker
A partire da Giancarlo Morelli, chef bergamasco che, dopo diverse esperienze in Stati Uniti e Francia, nel 1993 è tornato in Italia aprendo a Seregno, alle porte di Milano, il suo Pomiroeu, ristorante che oggi vanta una stella Michelin. O come Claudio Sadler, milanese, uno dei pochi chef italiani capaci di portare con successo il suo marchio in Giappone o in Cina e che, con il suo Sadler in zona navigli a Milano, è riuscito ad ottenere le due preziose stelle della guida Michelin. Fino a Filippo La Mantia, siciliano doc ma con numerose esperienze tra Indonesia, Roma e Porto Cervo, che oggi a Milano guida il suo ristorante omonimo dove, per sua stessa ammissione, è tornato a fare “L’Oste e il cuoco”.
Quattro amici da oltre 20 anni, diventati tra i migliori esponenti della cucina italiana nel mondo che, per la prima volta, si avvicenderanno ai fornelli, per un menù unico, in grado di riassumere le diverse storie dei protagonisti e che punta a stupire i presenti grazie alle numerose suggestioni che caratterizzano gli chef. “Il menù è una sorpresa – come sottolinea Enrico Derflingher, che si occuperà della realizzazione del primo piatto: “posso solo anticipare che mentre l’antipasto sarà scandito dal rigore di Claudio Sadler, l’energia creativa di Giancarlo Morelli sarà tutta dedicata alla realizzazione del secondo. Filippo La Mantia, infine, ha promesso che utilizzerà tutto il suo fascino per la creazione del dessert”.

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here