Home Bellessere Prepariamoci per la stagione fredda

Prepariamoci per la stagione fredda

75
0
SHARE

Se l’autunno avesse un sapore sarebbe dolce…dolce come l’uva e le castagne, dolce come i cachi e gli ultimi fichi, come le prime zucche, le patate americane e i finocchi. Sono tutti alimenti indispensabili per preparare l’organismo del bambino, e perché no, anche dell’adulto, ad affrontare i rigori dell’inverno. Con la loro dolcezza rinforzerebbero – secondo la dietetica cinese – la milza, importante centro del sistema immunitario.spesa_novembre
Alcuni consigli
Forniscono inoltre alcune calorie aggiuntive di cui il bambino ha bisogno per adattarsi al cambiamento dell’ambiente e del ritmo delle giornate. È importante inoltre abbandonare man mano la frutta e la verdura estiva, anche se sono ancora disponibili nei negozi. Usciranno di scena per primi i pomodori e le zucchine, poi le melanzane e i peperoni. Questi ortaggi svolgono un ruolo importante nella protezione dalla calura estiva e dalla potenza dei raggi solari, ma non ha senso consumarli quando le giornate si accorciano e la temperatura diminuisce. Anzi protrarre troppo  il loro consumo durante le stagioni più fredde a scapito delle verdure autunno/invernali potrebbe contribuire ad abbassare le difese immunitarie. Cavolfiori, broccoli, porri ecc., tipici ortaggi di questa stagione e dell’inverno, sono alimenti che riscaldano il nostro organismo, grazie anche allo zolfo che contengono  (tutti sappiamo che quando vengono cotte troppo a lungo puzzano di zolfo!.) e ci aiutano a combattere i rigori invernali. Da non trascurare poi il problema ambientale causato dal mancato rispetto della stagionalità: alimenti fuori stagione sono fortemente inquinanti per il lungo trasporto che devono subire ed ancor più se sono prodotti in serra. Vediamo insieme le proprietà dei principali ortaggi e frutti autunnali:

Uva
Ricca di minerali, soprattutto di potassio, di molti antiossidanti e di zuccheri, svolge un’azione alcalinizzante e depurativa nell’organismo ed è un valido alimento per il cervello per il suo contenuto in glucosio e minerali. L’azione alcalinizzanteaiut a bilanciare l’eccesso di acidi dovuti al consumo di carne e formaggi stagionati (soprattutto nella stagione fredda) ma anche alla permanenza in ambienti chiusi favorita dalle condizioni climatiche. Non è il frutto ideale per i diabetici.

Castagna
Alimento molto versatile. Si può consumare fresca, lessata o arrostita, oppure secca come spuntino o ancora sotto forma di farina per fare gnocchi e dolci, tra cui il castagnaccio e altri tipi di dolci. La castagna contiene moltissimi minerali tra cui spicca il ferro.

Zucca
E’un ortaggio molto amato dai bambini sia per il colore che per il gusto. La ricchezza in vitamina A la rende utilissima come fluidificante dei primi catarri e rinfrozante della mucosa delle alte vie respiratorie.
Finocchio
Insieme alla carota è solitamente l’ortaggio che i bambini amano anche crudo, semplice o in pinzimonio. Le sue proprietà sono digestive, antifermentative intestinali. Contribuisce a fluidificare i catarri.
Caco
Il colore giallo è dato dell’elevato contenuto in vitamina A e quindi, come la zucca, il caco aiuta a proteggere le alte vie respiratorie e a fluidificare i catarri. Il suo contenuto in fibre lo rende molto saziante ed aiuta il transito intestinale.

Batata (Patata americana)
Anche questo ortaggio è ricchissimo di vitamina A che, ricordiamo, è indispensabile anche per la salute dell’occhio, soprattutto per la visione notturna. Nonostante il suo sapore molto dolce dopo la cottura, i suoi zuccheri non sono dannosi perchè vengono assorbiti molto lentamente. Può essere utilizzata come ottima merenda o condita nei pasti.

Con il cambio di stagione iniziamo a lasciare i piatti a base di cereali freddi e ricominceremo con orzotti e risotti, minestre idratanti e remineralizzanti, perché spesso i bambini e anche gli adulti, quando la temperatura scende, rischiano di non idratarsi bene durante la giornata. Le minestre possono contenete altri alimenti interessanti per le difese immunitarie come i legumi e le erbe aromatiche (alloro, rosmarino, santoreggia, ecc.). Possiamo fare tortini di miglio e pane dolce con uvette e semi oleosi. Basta lasciar libero spazio alla fantasia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here