Home Bellessere Occhi da cerbiatta e un bel decolleté, è Miss Chirurgia Estetica

Occhi da cerbiatta e un bel decolleté, è Miss Chirurgia Estetica

164
0
SHARE

“Sono molto felice di aver vinto – dice la neo miss – non vedo l’ora che mi vedano i miei amici in televisione. Per me è stato un gioco, ho partecipato così senza impegno”.
Fanny fa la barista e a spingerla a ricorrere al bisturi è stato il desiderio di riavere i suoi occhioni “alti come quando avevo 20 anni” e un seno più pieno.
Con lei al concorso che si è svolto al Beach Cafè sul lungomare di Riccione di fronte a una giuria di dieci chirurghi estetici, hanno sfilato in abito da sera, in costume o in lingerie, dodici signore.
Non c’è limite d’età, di altezza o di peso per iscriversi a Miss Chirurgia Estetica. L’unico requisito è infatti poter esibire con un certo orgoglio uno o più ‘ritocchi’. “L’età media è dai 39 anni ai 60 anni – spiega l’organizzatore Elio Pari -. Di professione sono per lo più impiegate. Ci sono delle segretarie, delle maestre e contabili. Alla vincitrice è andata una fascia e una vasca idromassaggio”.
Tra le sfidanti la 52enne Marcella, contabile di Cagliari, che si è rifatta ben quindici volte. “Oltre a nove volte il seno – racconta – anche il naso, i fianchi, l’addome e l’interno coscia. A ottobre credo che interverrò anche sul collo e il viso. In tutto fino a oggi avrò speso circa 60mila euro, ma sono stati soldi spesi bene. Alla mia età dimostro ancora trent’anni e ne vado fiera. Il mio motto è: ‘Finché c’è un chirurgo c’è speranza’”.
Si è rifatta il piede, invece, la maestra 58enne Maria Costanza di Ravenna. “Avevo l’alluce vago e il primo dito a martello – dice – non mi piacevo e le scarpe mi stavano sempre strette. Mentre mi operavano in anestesia locale ‘sentivo i chirurghi segare’ e il rumore mi ha fatto un po’ impressione. Ma ora sono contenta”.
Stesso intervento anche per la signora Franca di Milano, 53 anni, tecnico amministrativo, che da quel giorno si sente un’altra e sogna una carriera nel cinema. “Mi hanno fatto dei bellissimi piedi – dice -, mi sento ringiovanita. Prima di andare a letto me li guardo sempre. E quando vado in piscina tutti mi fanno i complimenti”. “Se mi rifarei altro? Di sicuro non il seno perché basta comprare un bel reggiseno e ‘si risolve’, magari il collo. Mi sta venendo un collo da pellicano che proprio non mi piace”.
Oltre a Miss Chirurgia Estetica Italia 2012 c’erano in palio diversi titoli, legati al tipo di intervento subìto. Da Miss Siliconata a Miss Maggiorata Chirurgicamente, da Miss Lifting Generale Viso a Miss Botulino e poi da Miss Blefaroplastica a Miss Otoplastica. Da Miss Rinoplastica a Miss Plastica Lipofilling e poi Miss Mastoplastica Additiva, Miss Profiloplastifica e Miss Peeling Chimico. Il punteggio è stato assegnato con voto palese da cinque a dieci.

Yulia Shesternikova Adnkronos

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here