Home Lifestyle Musubi, sotto il Duomo apre il giapponese con influenze tricolori

Musubi, sotto il Duomo apre il giapponese con influenze tricolori

93
0
SHARE

imageNuova apertura giapponese ai piedi del Duomo. A fianco all’istituzione milanese dei panzerotti Luini, è nato da pochi mesi Musubi, uno spazio a metà tra un ristorante take away e uno ‘standing bar’ che promette

Nuova apertura giapponese ai piedi del Duomo. A fianco all’istituzione milanese dei panzerotti Luini, è nato da pochi mesi Musubi, uno spazio a metà tra un ristorante take away e uno ‘standing bar’ che promette di allietare i palati milanesi con proposte al confine tra la cucina tricolore e quella nipponica. Davanti al continuo fiorire di ristoranti giapponesi, l’idea distintiva di Musubi è quella di proporre un menu decisamente fuori dall’ordinario. L’offerta spazia dai temaki Amalfi ( tradizionali ‘coni’ di alghe e riso, qui infarciti di losanghe di mozzarella e gocce di pesto alla genovese) ai ravioli gyoza cacio e pepe (una vera delizia) fino agli onigiri (onnipresenti nei manga, ma difficilissimi da trovare a Milano).

L’idea è dell’imprenditore giapponese Shintaro Akatsu, che ha già il merito di aver portato nel Sol levante i gelati artigianali Grom (di cui è il presidente locale) e che ha investito nel made in Italy non solo nel food, ma anche nella moda, avendo recentemente investito nel progetto Paolo Bottazzi, marchio di sciarpe e foulard da uomo e donna. In tandem con lo chef italiano Elis Marchetti ha portato sotto la Madonnina una proposta innovativa per le pause pranzo di milanesi e turisti o per una delivery dell’ultimo minuto. Non adatto ai puristi, ma ‘sushi’ per i denti per gli sperimentatori.

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here