Home Erbe Mangiare i cereali, vivere sani

Mangiare i cereali, vivere sani

77
0
SHARE

La quinoa, coltivata già più di 5000 anni fa e definita dagli Incas “la madre di tutti i semi”, è una pianta erbacea della stessa famiglia delle barbabietole e degli spinaci.

Le proprietà nutritive della quinoaquinoa.jpg_655_402_cropp

La quinoa è infatti naturalmente priva di glutine ed è ricca di ferro, vitamine del gruppo B, magnesio, fosforo, potassio, calcio, vitamina E e fibre; è poi uno dei pochi vegetali completi dal punto di vista proteico, poiché fornisce tutti gli amminoacidi essenziali.

La quinoa è ricca anche in acidi grassi, il 25% dei quali sono disponibili in forma di acido oleico, acido grasso monoinsaturo che aiuta a mantenere il cuore sano, e circa l’8% si presenta sotto forma di acido alfa-linolenico (ALA), più noto come omega-3.

Quali sono i benefici per la salute derivanti dal consumo della quinoa?

Secondo recenti studi, il consumo di 2-3 porzioni al giorno di quinoa e di altri cereali integrali può ridurre il rischio di patologie, come malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, ipertensione, cancro del colon e obesità.

La quinoa fornisce più antiossidanti rispetto agli altri cereali comunemente utilizzati nelle diete gluteen free. I ricercatori della Columbia University’s Celiac Disease Center hanno scoperto che i valori nutrizionali delle diete senza glutine sono migliori, se questi regimi alimentari includono avena e quinoa.

 Inseririamo la quinoa nella nostra dieta?

È abbastanza semplice inserire la quinoa nella dieta. Basta usarla al posto del riso nelle più svariate pietanze. Inoltre, la quinoa è un ingrediente dall’utilizzo versatile: può essere consumata a colazione, in contorni caldi o freddi, come insalate, e per accompagnare un hamburger. Esistono centinaia di qualità di quinoa, ma le più comuni sono di colore bianco, rosso e nero.

La quinoa è rivestita da una sostanza amara, la saponina, che allontana gli insetti evitando l’uso di pesticidi. La saponina viene rimossa facilmente risciacquando la quinoa prima di consumarla. Benché nella quinoa confezionata la saponina è già rimossa, vi suggeriamo un ulteriore risciacquo.

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here