Home Lifestyle Le meraviglie di Sudafrica, il quinto Paese più Instagrammabile al mondo

Le meraviglie di Sudafrica, il quinto Paese più Instagrammabile al mondo

526
0
SHARE

Secondo la classifica stilata dal sito di viaggi Big 7 Travel, il Sudafrica rientra nella top 5 dei Paesi più Instagrammabili al mondo nel 2019. Grazie a innumerevoli paesaggi mozzafiato, a meraviglie naturali uniche, ma anche a edifici coloratissimi e a siti di grande interesse culturale, il Sudafrica si è posizionato quinto nella lista delle ‘World’s Most Instagrammable Countries 2019’. Ecco i luoghi più spettacolari da fotografare con lo smartphone e condividere su Instagram!

1. Blyde River Canyon (Mpumalanga)

In olandese ”blyde” significa “felice”e non è un caso. Con la sua maestosità, questo canyon è in grado di suscitare stupore e felicità in chi lo osserva. Situato nella parte settentrionale dei monti Drakensberg, il canyon –  il terzo più grande del mondo – si protrae per oltre 26 km verso nord e include altre meraviglie naturali, tra cui Bourke’s Luck Potholes, Three Rondavels, Pinnacle Rock e God’s Window. Il canyon si distingue per la sua vegetazione rigogliosa che ricopre le pareti di roccia rossa, ma anche per le numerose cascate che offrono scorci per fotografie spettacolari. Il Blyde River Canyon è ideale per svolgere attività sportive come arrampicata, equitazione, rafting, pesca, ciclismo, gite in barca e voli in mongolfiera. Foto: Jacques Crafford

2. Camps Bay (Western Cape)

In Sudafrica, soprattutto lungo la  Victoria Road, nei dintorni di Cape Town, ci sono diverse piscine di marea, perfette per momenti di relax da immortalare e condividere su Instagram. Ogni piscina ha qualcosa che la rende speciale, anche se quella di Camps Bay ha un valore aggiunto, dato dall’affaccio sulla magnifica spiaggia e sui 12 apostoli. In estate, Camps Bay è un punto di ritrovo sia per i locali che per i turisti, che trascorrono la giornata godendosi i caldi raggi del sole e gustando deliziosi pic nic all’aria aperta o un buon braai, il tradizionale barbecue sudafricano. La piscina è riparata e adatta anche per i più piccoli. Foto: Sharyn Hodges

3. Magwa Falls (Eastern Cape)

Le Magwa Waterfall si trovano non  lontano da Lusikisiki, all’interno delle piantagioni di tè di Magwa, che nel complesso occupano una superficie pari a 1800 ettari e rappresentano l’ultima produzione di tè presente in Sudafrica. Le cascate di Magwa sono un vero e proprio spettacolo della natura e, a differenza di altre che richiedono ingenti sforzi e una buona preparazione atletica, sono facilmente accessibili. Il getto della cascata è alto 144 metri e, scendendo lungo lo strapiombo, si tuffa perpendicolarmente nel canyon sottostante, la cui apertura si deve al terremoto. Selvagge e scenografiche, le Magwa Falls vengono spesso paragonate alle Victoria Falls, anche se in miniatura. Le cascate distano solamente 8km dal centro di Lusikisiki e sono la meta perfetta per un’immersione nella natura. Foto: Craig Howes

4. Lake Eland Game Reserve (KwalaZulu-Natal)

Con un’estensione complessiva di ben 2500 ettari, all’interno dei quali si trovano diversi ecosistemi tipici del Bushveld – prateria, foresta costiera e zone umide – la Lake Eland Game Reserve è un paradiso di pace e tranquillità, ma anche il posto perfetto per vivere avventure indimenticabili. Ad esempio, il percorso sul ponte sospeso di Oribi Gorge, lungo 80 metri e alto 130, permette ai visitatori di sentire l’adrenalina sulla propria pelle e, allo stesso tempo, di scorgere gli animali selvatici dall’alto, tra cui zebre, giraffe, oribi e facoceri. Fondata nel 2013, la riserva prende il nome dal grande lago a forma di antilope che si trova al suo interno. Foto: Adam Christoforos

5. Kgalagadi Transfrontier Park (Northern Cape)

Situato al confine tra Sudafrica, Botswana e Namibia, il Kgalagadi è un semi deserto di dune rosse, che contrastano con il verde della vegetazione che le ricopre e con il blu intenso del cielo notturno, punteggiato dalle stelle. Questo accostamento unico di colori rende il Kgalagadi un luogo magico, reso ancora più speciale dalla varietà di specie faunistiche presenti. Con un po’ di fortuna, è possibile avvistare erbivori di grossa taglia come gazzelle, gnu striati, antilopi e alcefali rossi. Ma i very protagonisti di questo deserto sono i predatori: ghepardi, leopardi, iene macchiate e leoni dalla criniera nera si aggirano in questo paradiso incontaminato. C’è qualcosa di più Instagrammabile?

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here