Home Cantine La Vendemmia: brindisi e degustazioni in boutique

La Vendemmia: brindisi e degustazioni in boutique

89
0
SHARE

In occasione della festa dell’evento La Vendemmia oltre 60 negozi del Quadrilatero della Moda della Milano hanno ospitato, per una sera, altrettante cantine offrendo in degustazione pregiati vini e cocktail.3092_la-vendemmia-ok

Si è tenuta la sera di giovedi 10 ottobre, a Milano, la quarta edizione de “La Vendemmia”, la manifestazione che abbina vini pregiati e boutique del lusso all’interno del Quadrilatero della Moda. Protagoniste le vetrine più prestigiose di via Montenapoleone, via Verri e via Sant’Andrea assieme alle migliori cantine vinicole italiane. La Vendemmia di Montenapoleone, trae ispirazione dalle “Vendanges” parigine dell’Avenue Montaigne. Le boutique che aderiscono all’iniziativa ospitano un’azienda vinicola italiana o internazionale, con l’intento di creare un’indimenticabile esperienza che valorizzi la cultura del savoir vivre italiano.

Anche quest’anno a ogni negozio è stata abbinata un’etichetta vinicola, per un totale di 69 vini pregiati e altrettanti luxury brand.
Se nei negozi di Dior, Louis Vuitton e Cova i bicchieri sono stati riempiti con grandi champagne la maison Hermes ha scelto di ospitare la casa vinicola siciliana Tasca d’Almerita. Due storiche aziende familiari unite nella ricerca dell’eccellenza colta, nell’attenzione per il dettaglio e la materia prima. Una storia lunga quasi duecento anni, due famiglie che hanno dettato i criteri ed i valori della qualità nella viticultura e nello stile internazionale. Tasca d’Almerita ha portato due vini: il Nozze d’Oro 2011 (assemblaggio di Inzolia e Sauvignon) ed il Cygnus 2010 (Nero d’Avola siciliano e Cabernet Sauvignon), due interpretazioni provenienti dalla Tenuta Regaleali, che sono stati offerti unitamente ai prodotti dell’autentica agricoltura isolana di Naturaintasca.it.
Da Promemoria, nel raffinato showroom e appartamento di via Bagutta del designer Romeo Sozzi si è degustato il Sauvignon 2012 di Livio Felluga mentre nel negozio La Martina di via Verri si sono degustati due importanti rossi della cantina toscana Fattoria Dianella: Le Veglie di Neri, 85% Sangiovese e 15% Cabernet Sauvignon, e il Matto delle Giuncaie, un 100% Sangiovese maturato 12 mesi in barrique.
Importanti vini rossi anche nel negozio Meissen Italia / Philarmonica che ha servito in degustazione l’Ugolforte Brunello di Montalcino DOCG 2008 – Tenuta San Giorgio e il Donna Olimpia 1898 Bolgheri  DOC Bianco 2011 – Donna Olimpia 1898.
Tantissimi gli ospiti che in tarda serata, prima di ritornare a casa, hanno fatto un salto nel negozio di Gucci per un ultimo drink. L’occasione era particolarmente invitate perché la maison fiorentina ha ospitato la simpatica famiglia Nonino e le sue celebri grappe. Due importanti mixologist internazionali hanno creato splendidi cocktail a base di Grappa, Distillati e Amaro Nonino creati appositamente per l’esclusiva serata, che sono stati ampiamente apprezzati dal pubblico che si è intrattenuto ben oltre l’orario di chiusura.
Infine per questa edizione sono stati creati due eventi collaterali ideati dal Comitato Grandi Cru d’Italia. Al PAC, Padiglione d’Arte Contemporanea, si è tenuta una degustazione di 101 etichette dei soci del Comitato mentre negli alberghi cinque stelle lusso della città sono stati organizzati alcuni incontri “verticali” di wine tasting.
L’evento è stato organizzato dall’Associazione della via Montenapoleone, con la collaborazione dell’Unione ConfCommercio Milano, la Regione Lombardia, la Provincia e il Comune di Milano, Expo 2015 e il Comitato Grandi Cru d’Italia. Per chi si è perso tutto questo l’appuntamento è per il prossimo anno!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here