Home Gourmet La Stevia e le proprietà curative

La Stevia e le proprietà curative

120
0
SHARE

La Stevia è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Asteracee, originaria del sud America. E’ una pianta di piccole dimensioni, con foglie ovali, opposte e numerosi fiori piccoli e bianchi. Presso i popoli sudamericani la Stevia è conosciuta da molto tempo e utlizzata per curare il pancreas e altre malattie, per via delle sue doti antibatteriche e antifungine.
Secondo recenti studi, la Stevia avrebbe effetti benefici anche sull’iperattività, ipertensione e indigestione. In Italia però, è maggiormente conosciuta come dolcificante naturale e completamente privo di calorie.
Grazie ai suoi principi attivi, lo Steviside e il Ribaudioside A, le foglie della Stevia hanno un forte potere dolcificante, nella misura di una foglia/un cucchiaino di zucchero.
A differenza dello zucchero però, la Stevia non ha alcun potere nutrizionale e quindi non ha calorie. Questo significa che può essere utilizzato anche da persone diabetiche senza conseguenze. Nonostante ciò, la Stevia è stata al centro di dibattiti scientifici fino all’inizio del 2012, anno in cui è entrata in commercio anche in Italia su approvazione della Commissione Europea.
Fino agli anni ’50 la Stevia era largamente coltivata dai contadini italiani per la sua facilità di lavorazione e la sua assenza di effetti collaterali.

Come Utilizzare la Stevia:
Oggi la Stevia la troviamo in commercio anche nei supermercati, sotto forma di estratto in compresse. Il modo migliore per consumarla però, è quello di coltivare la Stevia in casa, proprio come coltiviamo il rosmarino o il basilico.
La Stevia deve essere esposta alla luce solare e avere un vaso abbastanza grande.
Le foglie fresche possono essere messe direttamente nel tè o nel caffè, dove rilasceranno il loro potere dolcificante.
Possiamo anche tritare le foglie e metterle nelle torte, che risulteranno dolci ma allo stesso tempo accessibili ai diabetici. In alternativa possiamo essiccare le foglie e tritarle, per conservarle e utilizzarle a piacimento durante l’anno.

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here