Home Tendenze L’enogastronomia fa viaggiare l’autunno 2011

L’enogastronomia fa viaggiare l’autunno 2011

305
0
SHARE

Viaggi di gusto in crescita esponenziale. L’autunno 2011 ha il sapore di cibi tipici e buon vino, che si rivelano la motivazione principale per viaggiare durante il weekend: l’enogastronomia si conferma in vetta alle scelte dei golosi d’Italia, come dimostra la Top Ten dell’Indice di Popolarità stilata da PaesiOnLine, ricca di consigli sulle nuove tendenze turistiche.
Secondo l’Indice di Popolarità e l’attività della Community di PaesiOnLine, portale leader nel travel on line con oltre 2 milioni di visite mensili, in autunno il turismo è tutto all’insegna del gusto e gastronomia, eventi e sagre fuori porta ed enologia.
Per esempio, ad aggiudicarsi la medaglia d’oro del turismo da gourmet sono le città principali come Roma, Firenze e Siena, Napoli, Palermo, Cagliari, Genova, Bologna, Lecce e Torino, che sono collocate tra le prime venti della classifica dell’Indice di Popolarità, segno tangibile che la cultura gastronomica è un fattore di richiamo che riguarda l’intero territorio nazionale. I primi piatti regionali, con ingredienti a KM 0, la fanno da padrone in assoluto, per seguire poi con le carni tipiche toscane più richieste o la cangiante pasticceria del Sud come quella siciliana o salentina. Il trend della stagione è anche rappresentato da un’altra coppia vincente, che sta registrando un notevole incremento con oltre un +15% di richieste, la gastronomia e i piccoli borghi: i centri di Toscana, Umbria e Italia centrale fanno la parte del leone grazie alle loro tradizioni, sagre e rievocazioni storiche. Spiccano San Gimignano e Montalcino (Siena), Orvieto (Terni), Suvereto (Livorno), Greve in Chianti e San Casciano in Val di Pesa (Firenze), e a chiudere la lista c’è Montefalco (Perugia).
Per l’autunno 2011 la parola d’ordine è dunque gastronomia da vivere, ed ecco che la Community suggerisce gli eventi più “cliccati” e preferiti dagli utenti: dalla Sagra del Tordo, kermesse storica di Montalcino (29-30 ottobre) per rivivere la magia del Medioevo con le sfilate del corteo storico e gli assaggi della cucina della Val d’Orcia, alla celebre Sagra del Cinghiale, Arte e Folklore a Suvereto (27 novembre-11 dicembre), fino alla manifestazione Orvieto con Gusto 2011, fino al 31 ottobre, dedicata alla cucina ed i prodotti tipici locali in onore ai valori Slow Food e Cittaslow, molto apprezzati dagli interessati al turismo gastronomico.

Non mancano neanche i consigli per gli eno-appassionati attratti da degustazioni e visite delle cantine: per PaesiOnline primeggiano una serie di località imperdibili con ottimi risultati per il miglior rapporto vino/posizionamento, come Montalcino con il suo Brunello, Montefalco con la Strada del Sagrantino, la Toscana con Greve in Chianti, il Lazio con il centro storico Montefiascone padre dell’EST! EST!! EST!!!, Noto in per il Nero d’Avola siciliano e il Nord Italia con il Barolo, sempre a testimonianza dell’apprezzata produzione vinicola dislocata su tutto il territorio nazionale.

Le preferenze degli utenti e dei viaggiatori per l’autunno 2011 sembrano essere tutte a favore dell’enogastronomia (53% delle preferenze), seguite da arte e cultura; ulteriori dettagli sull’Indice di Popolarità e spunti di viaggio sono disponibili sul sito http://www.paesionline.it/idee_di_viaggio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here