Home Evidenza In Europa il paese più “rifatto” è la Spagna

In Europa il paese più “rifatto” è la Spagna

220
0
SHARE

chirurgia-esteticaPer quanto riguarda il numero dei soggetti che ricorrono a un intervento di chirurgia estetica per migliorare il proprio aspetto fisico il record è detenuto dalla Spagna, almeno in Europa.
Sono infatti quasi 400.000 l’anno gli spagnoli che ricorrono al bisturi per interventi come la rinoplastica (naso) o la mastoplastica additiva (aumento del seno) e ben nove su dieci sono di sesso femminile.
Alla luce del numero crescente di spagnoli che si fanno operare per migliorare l’aspetto esteriore si può spiegare la recente disposizione della Camera che vieta mediante una legge sugli audio video la trasmissione di spot televisivi nelle fasce orarie protette, dalle 6 alle 22, che promuovano un atteggiamento di rifiuto o di inadeguatezza del proprio aspetto fisico e che possano quindi portare ad una emarginazione sociale per fattori man beautyestetici o di peso.
estetica14Infatti pur essendo una tendenza molto comune nei paesi sviluppati ricorrere al bisturi per piccoli e medi interventi rimodellanti e correttivi, in Spagna il dato del massiccio ricorso agli interventi di chirurgia estetica è imputato anche all’effetto mediatico della multinazionale della bellezza operante in Spagna, la Corporación Dermoestética che bombarda ogni anno le Tv iberiche con carrellate di spot pubblicitari, in maggioranza che si rivolgono ad un target femminile, che sembra anche essere il più ricettivo a questa tipologia di messaggi.
Analizzando in dettaglio infatti si scopre che i soggetti che richiedono un intervento estetico sono donne di età compresa tra i 30 e i 40 anni. Gli interventi più richiesti riguardano il viso con il 41,6% come la blefaroplastia o la rinoplastica ma se per le donne rimane costante la richiesta di interventi al seno per un decolleté più prosperoso o più scolpito, continua ad avere successo per entrambi i sessi la rimozione del grasso in eccesso mediante la liposuzione.
di Giulio Cupini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here