Home Evidenza In breve dalla Syria

In breve dalla Syria

189
0
SHARE

Svelato piano congiuto Francia-Turchia per assassinare Assad
Un sito libanese di notizie dice di essere in possesso di un filmato che rivela un complotto ordito da servizi segreti francesi e turchi per assassinare il presidente siriano Bashar al-Assad.
Secondo l’Asianews, il video, realizzato dal noto attivista siriano Khedar Awarake, contiene le confessioni di coloro che erano in una missione segreta per uccidere gli alti ufficiali siriani. Secondo il rapporto, l’intelligence siriana ha recentemente neutralizzato diversi tentativi di assassinio da parte di Turchia e Francia contro Assad e il suo ministro degli Esteri Walid al-Muallem. Un’operazione che avrebbe dovuto vedere la partecipazione di altri paesi come Arabia Saudita, Qatar e Stati Uniti. Inoltre gli agenti stranieri avevano tentato di reclutare alti funzionari siriani, sopratutto quelli dell’ufficio di al-Muallem e alcuni membri del palazzo presidenziale a Damasco. Il governo di Assad accusa Arabia Saudita, Qatar, Turchia e molti paesi occidentali di essere coinvolti nelle violenze che sconvolgono la Siria dal 15 marzo 2011.

Assad contro Israele
Il presidente siriano Bashar al Assad nella sua intervista con il settimanale britannico “The Sunday Times”, ha annunciato che risponderà all’attacco di Israele effettuato contro obiettivi dislocati nei pressi di Damasco. Il presidente siriano ha affermato: “Rappresaglia non significa che risponderemo ai missili lanciando altri missili e alle pallottole con le pallottole. Ma non dobbiamo spiegare come la attueremo”.

Assad

Il presidente della Siria ha aggiunto che gli iraniani e i combattenti della Hezbollah non stanno contribuendo alla difesa del regime pertanto queste sono notizie false notizie.
Si è rifiutato di commentare le supposizioni che sostengono un passaggio di arsenali e armi chimiche dall’esercito siriano alla Hezbollah, precisando che non intende parlare mai e con nessuno dell’esercito della Siria.
L’esercito iracheno attacca i ribelli in Siria
Dopo l’annuncio del primo ministro dell’Iraq Nuri al-Maliki che il collasso del regime di Assad implicherebbe l’inizio di una guerra regionale, le forze armate irachene sono apertamente intervenute a favore del governo siriano.
Il canale televisivo Al Arabiya ha comunicato che una batteria dell’esercito iracheno ha sparato colpi di mortaio contro l’Esercito Siriano Libero. Le azioni dell’esercito iracheno apparivano coordinate con quelle delle truppe governative siriane, che hanno attaccato con successo i rivoltosi immediatamente dopo i cannoneggiamenti.
L’opposizione siriana afferma che l’esercito iracheno ha iniziato a portare oltre i confini equipaggiamento militare in soccorso di Assad.

In Giordania gli americani addestrano i ribelli siriani
Alcuni istruttori delle forze speciali americane preparano i combattenti dell’”Esercito Siriano Libero” nei campi di addestramento in Giordania. Le informazioni sono pervenute domenica dall’agenzia SANA.

L’addestramento dei ribelli siriani in Giordania ha avuto inizio alla fine del 2012 in una base dislocata su un territorio privato nella periferia a nord di Amman.

L’agenzia afferma che oltre agli istruttori americani contribuiscono all’addestramento anche le forze speciali britanniche e francesi.

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here