Home LiberaMente Il consumo di insaccati con conservanti è una della cause accertate di...

Il consumo di insaccati con conservanti è una della cause accertate di cancro allo stomaco.

234
0
SHARE

Magari ne avrete già sentito parlare, ma la maggior parte non sa cosa sono, cosa possono provocare queste sostanza ecc.. eppure ogni giorno le prendiamo, magari anche senza saperlo, però avveleniamo il nostro organismo. Buona parte dei tumori moderni sono collegati ai Nitriti.

Vediamo quindi cosa sono queste brutte sostanze e come possiamo fare per evitarli. Nelle tabelle dei codici addittivi alimentari questi elementi sono identificati con E249 e E250 per i Nitriti mentre si usa E251 e E252 per i Nitrati, quindi dovete sempre controllare le etichette di ciò che comprate.
Vedrete che ho ragione io, che i cibi di marca che dicono che hanno ingredienti al naturale, sono i peggiori. Leggete anche tabella alimentare addittivi chimici
Ma vediamo cosa sono I Nitriti e I Nitrati?
Si parla di sostanze chimici composti da una molecola di Azoto in chimica (N) e 2 o 3 di Ossigeno in chimica (O), elementi presenti in natura, che grazie alla luce solare, le piante riescono a estrarre da loro le sostanze nutritivi a loro utili per la crescita, l’Azoto. Se amate le piante noterete che tutti i fertilizzanti contengono AZOTO, l’elemento più importante per la crescita delle piante. Infatti in passato i Nitrati e i Nitriti, chiamati Fertilizzanti Azotati, venivano usati in ambito agricolo per nutrire le piante, purtroppo non è stato sempre così, perchè venne subito scoperto che erano degli ottimi conservanti per far durare più a lungo i cibi, da allora si è cominciato ad aggiungerli a qualsiasi cosa noi mangiamo.
Perché I Nitriti I Nitrati e le Nitrosamine sono dannosi per noi?
I Nitriti (NO2 formula chimica) sono derivati dall’ Acido Nitroso hanno la spiacevole caratteristica di fissarsi all’emoglobina, la proteina del sangue che trasporta l’ossigeno alle cellule, trasformandola in metamoglobina, impedendo di trasportare l’ossigeno alle cellule. E’ dannoso soprattutto per i bambini, in cui crea asfissia, asma e difficoltà respiratorie in genere. In più possono legarsi alle ammine, elementi presenti soprattutto in alimenti con proteine come le carne, i formaggio e i salumi (ammine) e formare le Nitrosamine, potenzialmente cancerogene, e la cui correlazione con i tumori è stata dimostrata in più di uno studio.
In uno studio condotto su animali a cui sono state somministrate le nitrosamine, il dottor William Lijinsky riportando i risultati dei suoi studi ha scritto:
“nel giro di sei mesi si è riscontrata la presenza di tumori nel 100% delle cavie. Le manifestazioni cancerose sono presenti in ogni parte del corpo: nel cervello, nei polmoni, nel pancreas , nello stomaco, nel fegato e negli intestini.”
La Food and Drug Admistration (ente americano sanitario e alimentare) ha definito le nitrosamine come:
“…uno dei più potenti gruppi di sostanze cancerogene mai scoperto”
Secondo l’AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro) il consumo di insaccati con conservanti è una della cause accertate di cancro allo stomaco. I Nitrati (NO3 formula chimica) sono derivati dall’ Acido Nitrico in teoria nn dovrebbero essere dannosi, soprattutto se legati alla vitamina C, ma per un processo chimico che non sto a sviscerare, una percentuale costante che varia tra il 2 e il 5% dei Nitrati si trasforma in Nitriti. Quindi il suo male è indiretto. La trasformazione in Nitriti viene favorita dal calore, lunghi periodi di conservazione e dal PH. Infatti quando si legge negli ingredienti la presenza di Nitrati di solito indicati con E251 ed E252, conviene non scaldare o cuocere, condire con un acido ad esempio aceto o limone, e evitare che l’alimento si avvicini alla scadenza. E se possibile ingerire vitamina C. Anche se sarebbe comunque meglio evitare di mangiarli, piuttosto che stare qua a trovare metodi per far si che non risultino dannosi per noi.
Dove si trovano i Nitriti e i Nitrati?
Siccome queste sostanze vengono usate per conservare più a lungo i cibi, infatti i Nitriti e i Nitrati li possiamo trovare in particolar modo nei cibi in scatola, per evitare il botulino, alcuni prodotti caseari soprattutto quelli non naturali, ma composti e soprattutto negli insaccati, sono i maggiori fruitori di questi elementi dannosi. Nei vegetali la presenza è particolarmente alta dovuto soprattutto all’utilizzo dei nitriti come fertilizzanti azotati. Alimenti quali la lattuga ne sono estremamente pieni. Se ricordate all’inizio ho detto che i vegetali trasformano queste schifezze in azoto (il loro elemento nutritivo) grazie alla luce solare. e le serre? infatti gli alimenti fatti in serra concimati con fertilizzanti azotati sono dannosissimi. Prediligete quindi gli alimenti da coltivazioni biologiche dove anche se vengono fatti in serra, non vengono usati fertilizzanti azotati ad alto contenuto di nitrati:
Salame, prosciutto, insaccati in genere, lattuga, cavolo rapa, lattuga cappuccina, crescione, bietola da costa, ravanello, rafano, rabarbaro, rapa rossa, spinaci
a medio contenuto di nitrati: wurstel, carne in scatola, tonno in scatola, formaggi conservati, formaggini, formaggi composti, cima di rapa, indivia, finocchio, cavolo riccio, sedano, cavolo bianco, cavolo verza, zucchine a basso contenuto di nitrati:  Alcune acque in bottiglia, melanzana, fagiolino, cavolfiore, broccolo, cicoria, pisello, cetriolo, patata, germogli, carota, peperone, funghi, porro, cavoletto di Bruxelles, cavolo rosso, radice amara, asparago, pomodoro, cipolla.
Evitate prosciutti confezionati prodotti industriali stracolmi di nitriti, c’è comunque da prestare attenzione ai prodotti in confezioni ad atmosfera modificata, spesso si usano gas, inerti ma sempre gas. Date prevalenza a quegli alimenti anche di produzioni locali fatti in modo naturale, ci sono tantissimi esempi di questo metodo lavorativo, se ne trovano in ogni parte di italia, io compro gli affettati di cascina san lorenzo di Alessandria, ma come loro sicuro ce ne sono tantissimi altri. Cercate e soprattutto leggete le etichette degli ingredienti Purtroppo oltre agli insaccati leggendo a caso alcune etichette a casa ho Lilia e Vera ed entrambe hanno presenza di nitrati, qui non sono aggiunti come conservante ma sono infiltrazioni della falda acquifera. Ho letto più articoli e test che indicano le acque minerali come ricche di pesticidi, controllate se anche l’acqua che bevete voi ha dentro nitrati
Aggiornamento:
Ha fatto scalpore la morte di Teresa Sunna di Trani (BA), che a 28 anni è stata uccisa dal Nitrito di Sodio.
Certo per4 morire con i nitriti ed in nitrati vi è bisogno di dosi che raggiungano i 2 grammi, ma questo deve far pensare

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here