Home Bellessere Gonfiore addominale e come curarlo

Gonfiore addominale e come curarlo

42
0
SHARE

Gonfiore addominale: cause da prendere in considerazione

Le cause del gonfiore addominale possono essere molte, perché il gonfiore della pancia è un sintomo comune a molte malattie, dall’intolleranza al lattosio alla sindrome dell’intestino irritabile, dalla gastroenterite virale alla peritonite, dai calcoli alla cistifellea alla fibrosi cistica.

images1Il gonfiore addominale è dato dal cattivo metabolismo degli zuccheri. In pratica è un chiaro segnale che i recettori dell’insulina, si concentrano a livello del grasso viscerale anziché distribuirsi su tutto il corpo. Accade soprattutto se si mangiano molti carboidrati.

Il disturbo riguarda spesso soprattutto le donne, che, dopo aver mangiato, quando hanno il ciclo mestruale o in condizioni di stress, provano una sensazione di gonfiore. Le cause in questo caso sono da rintracciare nella ritenzione liquida e nell’aria nell’intestino. Frequente è anche il gonfiore addominale in gravidanza.

Il gonfiore intestinale è causato da un eccesso di aria nell’intestino. A volte la pancia gonfia potrebbe essere sintomo di una patologia intestinale, ma, per stabilire questo, si devono considerare la frequenza, la durata, il rapporto con i pasti, lo stress e il tipo di alimentazione. Un indizio è costituito anche dal gonfiore addominale di notte, che disturba il sonno.

Gonfiore addominale: rimedi

I rimedi contro il gonfiore addominale consistono innanzi tutto nell’evitare di mangiare alcuni cibi in particolare: pane, pasta e cibi lievitati, perché tutti questi fermentano nella pancia e provocano aria. Da evitare sono anche le bibite gassate, l’alcool e la birra, anche se alcuni studi hanno dimostrato che non fa gonfiare la pancia.

Un’ottima strategia sarebbe quella di non mangiare frutta dopo i pasti, perché rallenta la digestione. I cibi da preferire sono quelli non lievitati, come crackers o grissini, e gli alimenti digeribili e leggeri. Un rimedio contro il gonfiore addominale è il carbone vegetale attivo.

Esso, al pari dei fermenti lattici, mantiene in equilibrio la flora intestinale. Contro lo stomaco gonfio sono utili anche i rimedi naturali. Essenziale è bere molta acqua e tisane purificanti, soprattutto quelle a base di anice, coriandolo e cumino. Se il disturbo è associato all’ansia, possiamo ricorrere alle tisane di camomilla e melissa. Molto importante è mangiare lentamente, evitando i pasti veloci e in piedi.

Un aiuto, infine, arriva dalle spezie, come lo zafferano che stimola il metabolismo, il peperoncino che brucia i grassi e sveglia il metabolismo, lo zenzero che sgonfia l’addome e il pepe nero che aiuta a bruciare calorie.

Redazione online fonte tantasalute.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here