Home Tendenze Garante per le persone disabili a Pisa: più rispetto per i loro...

Garante per le persone disabili a Pisa: più rispetto per i loro diritti

303
0
SHARE

Le barriere architettoniche in casa così come negli ambienti pubblici è uno dei problemi più importanti per le persone con disabilità. Così se per gli ambienti privati si pensa di dotarsi di ausili per la mobilità come i montascale a Firenze, Napoli e in altre grandi città italiane si pensano ad interventi a livello comunale e regionale per venire incontro alle necessità di anziani e disabili per gli spostamenti negli spazi pubblici e per garantire il pieno accesso ai loro diritti nelle realtà civili e sociali.
indagine-sullintegrazione-degli-alunni-disabi-L-Epv6bmL’ultima iniziativa che si segnala è l’istituzione di un garante per le persone disabili nel comune di Pisa in Toscana. Questa iniziativa come spiegato dal presidente della commissione consiliare delle politiche sociali Michele di Lupo vuole essere una sorta di sentinella delle buone pratiche amministrative sulle tematiche riguardanti la disabilità a livello territoriale. La delibera ha avuto da subito un buon riscontro tanto da essere approvato all’unanimità dal consiglio comunale che ne ha anche individuato i criteri di scelta mediante una selezione pubblica. Pisa è dunque il primo comune in Toscana ad aver istituito il garante per i disabili, dando quindi il buon esempio a tutte le amministrazioni toscane ma soprattutto italiane.
Il garante vuole quindi essere una figura istituzionale che rappresenti le persone disabili, ne tuteli i diritti e si occupi dell’applicazione delle norme comunali in materia di disabilità. Filippo Bedini ispiratore del regolamento previsto per l’istituzione del garante per le persone disabili sottolinea come il modello previsto non sarà utile solo al comune di Pisa ma che si dimostrerà un riferimento importante anche per le altre amministrazioni. Il garante si preoccuperà quindi di promuovere l’esercizio dei diritti e delle opportunità di partecipazione attiva alla vita civile e di fruizione dei servizi comunali previsti per le persone con disabilità, in tutte le sue tipologie.
Questa figura al pari di altre istituzionalmente simili come il garante della privacy risponde alla necessità dei cittadini di essere sostenuti e tutelati di fronte a situazioni che ne vanno a minare l’accesso ai diritti nella vita quotidiana, sociale e civile. Molto spesso purtroppo infatti malgrado l’esistenza di norme e leggi queste che per lentezze burocratiche o altri motivi non sono pienamente rispettati e allora si necessita l’intervento di un mediatore che vada quindi a riequilibrare lo scompenso tra esistenza delle normative  e loro attuazione effettiva.

di Giulio Cupini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here