Home Gourmet Energia dalla cottura

Energia dalla cottura

73
0
SHARE

Cereali, verdure, legumi, piccole quantità di cibi animali, pochi condimenti, molti aromi, spezie delicate. Il tutto mescolato in modo sapiente e distribuito in tre – quattro pasti quotidiani. Sono queste le raccomandazioni della medicina cinese, simili a quelle della nostra piramide alimentare, immagine della dieta modello in tutto il mondo occidentale.
Nella dietetica cinese, però, non contano tanto le calorie e principi nutritivi, quanto una forma di energia più sottile, determinata dall’ambiente in cui crescono i cibi, dalla loro forma, dal colore e dal sapore.
Gli alimenti sono collegati ai cinque elementi: terra, fuoco, legno, metallo e acqua, che a loro volta influenzano l’energia dei diversi organi del corpo. Per beneficiare di questa carica vitale è molto importante la cottura, che dovrebbe essere appropriata alle caratteristiche energetiche dei diversi ingredienti utilizzati.
Cotture a confronto

•    Zhu (elemento acqua)
È il termine che indica la bollitura in acqua. Riso, avena e orzo, bolliti fino a completo assorbimento dell’acqua, sono considerati le pietanze più nutrienti e digeribili che esistono. Si raccomandano nei momenti di debolezza, in particolare quella legata a superlavoro mentale o a convalescenza.
•    Zhengzhu (elemento legno)
È la cottura a vapore cantonese, ottenuta nei classici cestelli di bambù. Preserva gusto e principi nutritivi migliorando notevolmente la digeribilità d’ortaggi, pesce e carne. Chi soffre di cellulite, gonfiori addominali e pressione alta dovrebbe privilegiare questo metodo.
•    Kao (elemento terra)
È la cottura in forno che migliora la digeribilità di verdure come carote, cipolle, zucca e patate. Preparate in questo modo potenziano il loro effetto calmante e protettivo del pancreas.
•    Chao (elemento fuoco)
Consiste nel far saltare i cibi con poco olio nel wok, pentola dal fondo semisferico che permette un notevole risparmio di grassi. A fine cottura si aggiungono, eventualmente, salsa di soia e spezie. Le ricette così preparate hanno un effetto tonificante, fanno bene al cuore e alla circolazione.
•    Dun (elemento metallo)
È lo stufato, ottenuto cuocendo i cibi con poca acqua, a fiamma bassa, in recipienti chiusi. È raccomandabile soprattutto per ingredienti proteici come fagioli e tofu. Il brodo ottenuto è molto tonificante.
Le buone usanze

•    Non abusate con gli alimenti crudi, perché affaticano la digestione.
•    Prediligete i cibi freschi: sono più ricchi di energia vitale.
•    Consumate i piatti subito dopo la preparazione, per avere una garanzia di freschezza e sapori più intensi.
•    Incominciate o finite il pasto con una zuppa, un brodo, o un infuso caldo. La zuppa, in particolare, oltre a facilitare la digestione aiuta a regolare l’appetito, e calma la fame eccessiva.

Ricette

Elemento terra
Patate al forno con ricotta ed erba cipollina
(In caso di stress e nervosismo, soprattutto la sera)

Elemento legno
Pesce e verdure a vapore
(Leggera, calmante, diuretica)

Elemento fuoco
Pesce allo zenzero con riso basmati
(Aiuta a riequilibrare l’energia e a vincere la stanchezza)

Elemento acqua
Pappa d’avena e frutta secca
(Ricostituente, in caso di stanchezza, per la prima colazione o una cena dolce)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here