Home Evidenza Donne fatali sul Grande Schermo

Donne fatali sul Grande Schermo

274
0
SHARE

Lo sceneggiatore hollywoodiano Paul Shrader ha iniziato a lavorare al film sulla grande ballerina russa Matilda Kšesinskaja.
Per la prima volta nella storia, un grande nome del cinema americano ha accettato di scrivere le sceneggiature di un film russo. Un’altra femme fatale, Lilja Brik, diventerà l’eroina del nuovo film russo sul poeta Vladimir Majakovskij.
Due donne russe, due femmes fatales, che hanno lasciato tracce non solo nel cuore degli uomini, ma anche nella storia russa tra XIX e XX secolo, saranno protagoniste di biografie cinematografiche. Le sceneggiature del film su Matilda Kšesinskaja saranno preparate da Paul Shrader, autore delle sceneggiature dei film di Sidney Pollack e Martin Scorzese. Lo si può ritenere un classico della cinematografia americana e la partecipazione di un maestro come lui è di per sé un evento. Il film è infatti interamente russo, sebbene sarà girato in lingua inglese per poter essere distribuito in tutto il mondo.
La personalità, il destino, la biografia della Kšesinskaja, prima ballerina del Teatro Marinskij di San Pietroburgo, bellezza splendente della corte imperiale, amata da tutti i grandi principi russi, senza dubbio meritano uno schermo mondiale. Ed è stato proprio questo ad attrarlo, confessa Shrader, assieme alla possibilità di sfiorare la storia della cultura russa. “Il talento di Matilda Kšesinskaja è fiorito nell’atmosfera della Pietroburgo imperiale” ha raccontato lo sceneggiatore “momento storico in cui la cultura russa ha raggiunto le vette della poesia e della letteratura. Spero di riuscire ad estrapolare tutto il possibile da questo tesoro artistico, per mostrare la magnificenza della cultura russa. Le riprese, che si gireranno a San Pietroburgo, sono previste per l’inizio del nuovo anno. Ci si aspetta che alcuni dei ruoli principali vengano interpretati da stelle hollywoodiane”.

Il film sul poeta sovietico Vladimir Majakovskij, in cui uno dei ruoli femminili principali sarà quello di Lilja Brik, verrà girato da un cast interamente russo guidato dal regista Aleksandr Šejn. Il film è stato presentato al Festival di Cannes. È già noto che il ruolo di Lilja Brik, poetessa, traduttrice e protagonista degli avvenimenti letterari turbolenti dell’inizio del XX secolo e soprattutto donna amata e musa del poeta Vladimir Majakovskij sarà interpretato sullo schermo da una delle migliori attrici russe, Čulpan Chamatova.
Era una donna molto saggia, dice l’attrice, una donna con la D maiuscola e saggia con la S maiuscola. Unica, interessante, di grande talento. Se devo descriverla in due parole, allora devo fare ricorso ai miei ricordi personali. E ci sono anche altri che condividono i miei pensieri e i miei sentimenti.

In queste parole c’è un cenno chiaro al regista Aleksandr Šejn, marito di Čulpan Chamatova, con il quale lavora a questo progetto da sei mesi. “Abbiamo lavorato al progetto così intensamente che due anni fa è nato nostro figlio” ha detto la Chamatova.
Le riprese inizieranno il prossimo inverno e saranno girate a Mosca, San Pietroburgo, New Yorke a Parigi. E’ già stato assegnato anche il ruolo di un’altra delle donne amate da Majakovskij, Tatiana Jakovleva, unico amore che Lilja Brik non ha mai perdonato al poeta: Tatiana sarà interpretata dalla top model di fama mondiale Natalia Vodjanova.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here