Home Bellessere Dieta senza glutine e dieta vegetariana, terapia e stile di vita

Dieta senza glutine e dieta vegetariana, terapia e stile di vita

49
0
SHARE

Seguire una corretta e varia alimentazione per non incorrere in deficit nutrizionali è fondamentale, sia che si tratti di una terapia di uno stato patologico, come la dieta senza glutine nel caso della celiachia, sia che si tratti di una scelta di vita come nel regime vegetariano.

4La celiachia è un’intolleranza permanete al glutine, proteina presente nel frumento, nell’orzo o nella segale, che innesca  un attacco all’intestino tenue da parte del sistema immunitario. L’unica terapia, in seguito ad una diagnosi di celiachia conclamata, è seguire a vita una rigorosa dieta aglutinata. Il vegetarianismo è uno stile di vita, una scelta personale, che fonda le sue basi su un profondo rispetto per il pianeta e le sue risorse animali e lo traduce in un regime alimentare privo di proteine animali.

Dieta senza glutine e dieta vegetariana: un connubio possibile. Entrambi i regimi alimentari si basano sulla dieta mediterranea che ha una spiccata matrice vegetale. “Il doppio regime, senza glutine e vegetariano, può assolutamente convivere senza portare ad inadeguatezze nutrizionali – dichiara Letizia Saturni, membro del Dr. Schär Institute, Specialista in Scienze dell’Alimentazione e Zen Health CoachUna dieta senza glutine se correttamente bilanciata, è sicuramente sostenibile, senza particolari rinunce, sia grazie alla grande disponibilità in commercio di prodotti sostitutivi, sia grazie a un’ampia gamma di alimenti freschi naturalmente privi di glutine, altrettanto sostenibile è declinarla in chiave vegetariana abbondando in alimenti di origine vegetale che apportano proteine quali i legumi”.

“Come regola generale il regime alimentare di dieta vegetariana – spiega il Dottor Luca Elli, membro del Dr. Schär Institute e Responsabile Centro per la Prevenzione e Diagnosi della Malattia Celiaca della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano – deve essere sempre pianificato con attenzione da un punto di vista dei nutrienti, per evitare di incorrere in carenze nutrizionali a danno dell’organismo. Questa affermazione quindi è doppiamente importante nel caso in cui alla dieta vegetariana si aggiungano altre esigenze quali quelle dei celiaci, già a regime aglutinato, o di soggetti diabetici, nefropatici o allergici che devono, per non aggravare il proprio stato di salute, seguire ulteriori restrizioni dietetico-terapeutiche. E’ quindi fondamentale evitare il “fai da te” e rivolgersi ad un esperto nutrizionista o dietista, per definire insieme una dieta equilibrata e personalizzata capace di coniugare al meglio le esigenze dei due regimi alimentari.”

Il ruolo dei cereali e dei loro derivati. La dieta vegetariana e la dieta gluten free hanno diverse fonti alimentari in comune che permettono di evitare le più comuni carenze nutrizionali. Fonte di vitamine, fibre e sali minerali i cereali giocano un ruolo primario nel regime aglutinato. Oggi, anche grazie alla globalizzazione il mercato si è aperto a nuovi cereali, insieme ai cereali tradizionali (riso e sorgo) storicamente protagonisti di una dieta senza glutine, troviamo i cosiddetti cereali minori (teff e miglio) e i pseudo-cereali (grano saraceno, amaranto e quinoa).

Tra gli alimenti che il celiaco che sceglie di seguire una dieta vegetariana deve assolutamente evitare vi è il seitan, un prodotto alimentare derivato dal frumento, quindi contenente glutine – precisa Letizia SaturniInoltre è necessario scegliere con grande attenzione i latti vegetali che devono essere certificati come gluten free con la spiga barrata. L’acquisto consapevole quando si deve, il celiaco, e si sceglie, il vegetariano, di seguire un determinato regime alimentare è un aspetto fondamentale, tutt’altro che secondario, per una corretta alimentazione e stile di vita” – conclude Saturni.

Redazione online

FullSizeRenderFullSizeRender-1

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here