Home Evidenza Liberamente in breve…

Liberamente in breve…

200
0
SHARE

Cina, liberati dalla schiavitù circa 90 bambini
Le autorità cinesi hanno riferito di aver salvato quasi 90 bambini vittime di una rete di trafficanti di minori. Nei giorni scorsi la polizia ha arrestato più di 350 persone sospettate di essere coinvolte nel disegno criminale. Ora le autorità stanno cercando i genitori dei bambini liberati tramite la banca dati del DNA, database creato appositamente per la piaga del traffico di minori.

Torna dall’India in Israele la “tribù dispersa”
E’ arrivato in Israele un gruppo di ebrei che vivevano in India, considerata una tribù perduta dai tempi biblici. Nel 2005 il rabbino capo di Israele riconobbe la tribù Bnei Menashe una di quelle fuggite nell’VIII secolo a.C durante l’invasione degli Assiri. A Tel Aviv sono giunti i primi 50 rappresentanti della tribù e allo stesso tempo circa 7.000 altri membri hanno ricevuto il permesso dalle autorità a trasferirsi dall’India in Israele.

L’Egitto ha intercettato una partita di missili francesi per i guerriglieri di Gaza
I militari egiziani hanno intercettato una partita di missili francesi, prodotti in Francia, destinata alla Striscia di Gaza. Un nascondiglio con 17 razzi non guidati è stato scoperto nel nord della penisola del Sinai dagli abitanti. Attualmente si stanno svolgendo le ricerche dei proprietari del carico pericoloso. Il traffico costante delle armi di contrabbando va portato a Gaza dalla Libia dove si sono accumulati arsenali enormi precedentemente consegnati agli oppositori del regime di Gheddafi.

Il Kuwait propone di ospitare una conferenza sulla crisi umanitaria in Siria
Le autorità kuwaitiane hanno manifestato l’intenzione di ospitare una conferenza internazionale sulla crisi umanitaria in Siria, sollecitata precedentemente dal segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. L’Onu stima che circa 2,5 milioni di persone in Siria abbia bisogno di assistenza umanitaria. Oltre mezzo milione di siriani è stato costretto a lasciare le proprie case e a fuggire in altri Paesi.

Israele è preoccupato della possibilità di creare “l’asse del male” tra Iran e Bielorussia
Il governo israeliano è preoccupato seriamente della possibilità della creazione del nuovo “asse del male” tra Iran e Bielorussia, che è pronta a consegnare a Teheran moderni complessi contraerei C-300, scrive il giornale tedesco Der Spiegel, sottolineando che Minsk ha tanti complessi contraerei. Secondo il parere degli esperti tedeschi, i C-300 sono in grado di proteggere gli obiettivi nucleari iraniani da eventuali attacchi dell’aviazione israeliana o americana. L’Iran ha già cercato di la proprietà dei complessi, tuttavia i tentativi di comprarli dalla Russia non sono finiti con successo.
Der Spiegel ritiene che l a Bielorussia cerca modi supplementari per rimpinguare il fisco che rende quell’affare abbastanza opportuno. Israele non commenta questo comunicato.

Nel 2012 Israele ha arrestato 900 bambini palestinesi
Il 2012 è stato un anno da incubo, anche e soprattutto per i bambini palestinesi. La rete televisiva palestinese al Quds ha dichiarato che nel 2012, oltre 900 bambini palestinesi sono stati arrestati dai militari del regime che occupa la Palestina. Il dato è preoccupante anche perchè mostra un incremento preoccupante rispetto al 2011, anno in cui i bambini arrestati erano 700, quindi 200 in meno. Il rapporto della tv al Quds spiega che questi bambini vengono picchiati e puniti appena arrestati e vengono privati dei più elementari diritti.L’Iran esporta tablet di propria fabbricazione
La società informatica iraniana DIMO ha iniziato a vendere nei mercati internazionali i tablet di propria fabbricazione. Il direttore della società ha ricordato che la presentazione del tablet era avvenuta in Iran lo scorso luglio. La società riconosce che alcune delle parti, tra cui il touch-screen, non sono prodotte in Iran. Tuttavia la progettazione e la maggior parte delle componenti del tablet sono iraniani al 100%. Gli iraniani sostengono che il loro modello di tablet non sia inferiore agli analoghi esteri e per alcuni aspetti risulti anche migliore. Il prezzo di vendita del tablet iraniano è di 320 dollari.

Fonte RUVR.RU

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here