Home Erbe Da erbe spontanee ad eccellenze per Chef d’Autore

Da erbe spontanee ad eccellenze per Chef d’Autore

68
0
SHARE

La coltivazione di erbe spontanee e di profumi antichi con il metodo dell’agricoltura biologica è lo scopo di Spirito Contadino, per offrire ai grandi chef prodotti biologici con una qualità superiore. Tutelare le risorse naturali, salvaguardare l’ambiente: obiettivi ambiziosi, che richiedono la partecipazione di azioni concrete, senza compromessi.marasciuolo
Quello di Spirito Contadino è un impegno che necessita di un insieme di pratiche controllate, con qualcosa in più. Coltivano il grano e le verdure nei nostri campi, secondo l’antico metodo della coltivazione naturale, dove i loro terreni vengono ancora arricchiti con sostanze organiche (letame e tecnica di sovescio). È la dedizione sincera alla bontà del fare, la stessa con cui è nata ed è cresciuta l’azienda agricola. In essa ha trovato origine l’impegno che consente a Spirito Contadino di ottenere raccolti biologicamente sani e preservare la qualità naturale delle materie prime, in ogni fase di lavorazione. È un valore che trova concretezza nella condivisione di un modo di essere che non si accontenta dei risultati del produrre, ma che si interroga sui suoi effetti in ogni minima scelta, riconoscendoli come fonte di valore per la qualità dei prodotti e della vita.

Marasciuolo Selvatico di Campo (Diplotaxis Erucoides)
Il Marasciuolo Selvatico di Campo è un’erba spontanea, appartenente alla famiglia delle Crucifere, conosciuta dai Romani che la utilizzavano per curare l’ipertensione. È ricca di potassio, vitamina C e sali minerali. Apprezzata fin dall’antichità per le sue virtù medicinali, ha proprietà digestive, diuretiche, stimolanti e toniche. Benefica anche per la sua proprietà coleretica in quanto contiene acido caffeico, sostanza antiossidante che assieme all’acido ferulico svolge un’azione depurativa.
In cucina può essere utilizzata in svariati modi e si presta alla preparazione di gustosi piatti.

Senape Selvatica di Campo (Sinapis Arvensis)
La Senape Selvatica di Campo è un’erba spontanea, conosciuta già dall’epoca dei Romani che la apprezzavano sia per le caratteristiche gastronomiche, sia per quelle medicamentose. Contiene vitamina B, vitamina C , proteine e sali minerali. Ha molteplici proprietà benefiche per la nostra salute; è indicata, ad esempio, in caso di reumatismi, dolori muscolari, affezioni delle vie respiratorie. È anche in grado di stimolare la circolazione sanguigna.
La Senape Selvatica di Campo si presta ad una grande varietà di preparazioni culinarie. In passato i contadini abbinavano la Senape Selvatica di Campo con il pane raffermo e altre verdure spontanee per preparare l’antico e noto piatto chiamato “Pancotto”.

Germogli di Finocchio Selvatico di Campo (Foenicum Vulgare)
Il Finocchio Selvatico di Campo è una tipica erba spontanea mediterranea, conosciuta dagli Egizi e dai Greci, che gli attribuivano proprietà rinvigorenti, e dai Romani che la usavano come spezia e medicina. È ricca di acqua, quindi un ottimo diuretico e digestivo. Contiene potassio, vitamina C, acido folico, magnesio, calcio e fosforo.
Le proprietà medicinali del Finocchio Selvatico sono numerose e anticamente conosciute, tra le più importanti: riduce la formazione dei gas intestinali e i conseguenti dolori, favorisce le funzioni dello stomaco e la digestione, abbassa il colesterolo, ha proprietà antiossidanti, diuretiche e antisettiche, in quanto aiuta a ripristinare la giusta flora batterica.
Ha un sapore deciso e fresco, grazie al contenuto di due oli, l’anetolo e il fencone. Si presta alla preparazione numerose e creative ricette culinarie.

RUOTE CAVALIERI E GERMOGLI DI FINOCCHIO SELVATICO DI CAMPO SPIRITO CONTADINO CON POMODORINO CILIEGINO SU CREMA DI RICOTTApiatto

Ingredienti per 2 persone
160g ruote di Benedetto Cavalieri
100g finocchio selvatico di campo Spirito Contadino
200g pomodorino ciliegino
60g di ricotta di pecora
olio extravergine d’oliva, aglio, sale q.b.

Procedimento
Per la crema di ricotta
Passare la ricotta a setaccio, aggiungervi dell’acqua di cottura della pasta, lavorarla fino a renderla molto cremosa.

Per la salsa di pomodoro ciliegino
Soffriggere uno spicchio di aglio in olio extravergine d’oliva e dopo aver lavato accuratamente i pomodorini, lasciarli cuocere per circa mezz’ora, aggiustare di sale e aggiungere man mano dell’acqua.
A metà cottura includere il finocchio selvatico di campo e lasciare insaporire. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla e saltarla nel sughetto;

Predisporre la crema di ricotta su un piatto di portata e adagiare sopra le ruote con il finocchietto selvatico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here