Home Bellessere Cosa fare quindi per sconfiggere l’acidosi

Cosa fare quindi per sconfiggere l’acidosi

400
0
SHARE

Ti senti sempre stanco, con dolori muscolari, magari soffri di stitichezza, mal di testa, nausea, eruzioni cutanee, hai infiammazioni agli occhi o hai spesso il raffreddore?
Potrebbe essere colpa dell’acidosi!
Ma che cos’è l’acidosi?
L’equilibrio vitale delle nostre cellule si basa sul rapporto acido/basico tra il nucleo (acido) e il citoplasma (basico). Questa differenza è fondamentale, in quanto permette lo scambio di nutrimenti e informazioni tra nucleo e citoplasma. Solo in presenza di una differenza può avvenire uno scambio, così come la batteria fornisce corrente proprio perché i suoi poli hanno un potenziale elettrico differente.
Quando vengono introdotte molte sostanze acidificanti (come ad esempio il caffè o la carne rossa) il sangue cerca di compensarne l’acidità utilizzando alcune sostanze basiche come il calcio. Questo meccanismo è rischioso: perché il sangue prende il calcio in prestito dalle ossa e le indebolisce alla lunga, favorendo il fenomeno dell’osteoporosi anche nei più giovani.
Quando il cibo acidificante viene assunto in grande quantità e per lungo tempo il sangue non riesce più a compensarne gli effetti, le scorie metaboliche aumentano e si accumulano nei tessuti. Se l’accumulo persiste nel tempo le cellule intasate iniziano a morire o ad ammalarsi.
Pensate che le cellule malate possono “impazzire” e diventare maligne fino a sviluppare il cancro!
Per eliminare i rifiuti gli organi interessati sono l’intestino, il rene e i polmoni ed è quindi fondamentale mantenerli in buona salute.

Come faccio a misurare l’acidità?
Il sistema più semplice è quello di misurare il ph delle urine utilizzando le cartine tornasole facilmente reperibili in farmacia.
Il ph nelle urine non deve essere costante, diversamente dal sangue, per questo va misurato in diversi momenti della giornata. Si consiglia la misurazione per 2/3 giorni.
Ci sono diverse modalità per misurare il ph, ma in linea di massima si può considerare valida la misurazione alle 8.00 del mattino (prima della colazione), alle 12.00, alle 16.00 e alle 20.00. Il Ph dovrebbe essere acido la mattina intorno a 6,5/7 più basico a pranzo 8/8,5 e poi scendere nuovamente fino a 6,0 la sera.
Se questi valori risultano sballati, ad esempio il ph è sempre acido, allora è molto probabile che siate in acidosi.

Cosa fare quindi per sconfiggere l’acidosi?
Per curare l’acidosi si possono attuare diverse strategie: dall’alimentazione, agli integratori, allo stile di vita.
Prima di tutto è necessario assumere quotidianamente la giuste dosi di alimenti alcalinizzanti come ad esempio la frutta (gli agrumi, come il limone, al contrario di quel che si pensi sono altamente alcalinizzanti), la verdura cruda (come la lattuga e il cavolo), le mandorle, le patate e la soia.
Vanno ridotti invece gli alimenti acidificanti come il latte vaccino, la carne rossa, il caffè, i fritti, il cioccolato, lo zucchero raffinato, i cereali e i dolcificanti artificiali.
Ci sono poi alimenti cosiddetti neutri che non variano il ph, come il miele grezzo, lo zucchero integrale, il formaggio di capra, le uova (il tuorlo), il riso integrale, il tacchino, l’ olio di oliva biologico spremuto a freddo e gli oli di semi biologici spremuti a freddo.
E’ fondamentale bere molto durante la giornata fino ad arrivare a 1,5/2 litri di acqua al giorno, perché l’acqua aiuta ad eliminare le scorie acide.
E’ opportuno assumere un cucchiaio di bicarbonato la sera prima di dormire o ancor meglio un integratore di minerali alcalinizzanti che contiene in più anche magnesio e calcio. In commercio ne possiamo trovare diverse marche con formulazioni più o meno ricche di minerali.
Ultima cosa, ma non meno importante, è indispensabile fare attività fisica: una passeggiata o una corsa leggera ad esempio sono sufficienti per promuovere il rilascio di acido carbonico sotto forma di anidride carbonica.
Riducete i farmaci perché sono altamente acidificanti, usate solo quelli realmente utili e necessari.
Cercate di allontanare gli stress e di vivere una vita tranquilla e il più possibile nella natura.

Yulia Shesternikova

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here