Home Eventi Con l’arrivo della primavera a Trevi torna il “pic nic”

Con l’arrivo della primavera a Trevi torna il “pic nic”

122
0
SHARE
DAL 25 AL 27 APRILE TRE GIORNI DI NATURA E CULTURA, CON PERCORSI DI ASSAGGIO TRA OLIO & CICORIA al museo, SPAZI DEDICATI AI MESTIERI PERDUTI E RITROVATI ed il concorso il Reporter del gusto.
Il borgo medievale di Trevi (Pg) per celebrare la primavera, dal 25 al 27 aprile organizza, per il settimo anno, il Pic & Nic tra gli ulivi, quello con gli sportini bianchi e rossi; una manifestazione che parla di natura, buon vivere, semplicità, bellezza, papaveri rossi, buon cibo, saperi tradizionali, arte e musica in programma dal 25 al 27 aprile nel suggestivo centro dell’Umbria.
Pic_Nic_Trevi_IIIDurante i 3 giorni del Pic Nic si popolerà la collina olivata, piena di papaveri  e margherite in fiore; il tema portante dell’iniziativa saranno quest’anno i mestieri perduti e ritrovati, con una serie di appuntamenti che metteranno al centro il saper fare, la manualità, con particolare riguardo alle esperienze di piccole realtà artigiane e start up innovative che sono state in grado di preservare la tradizione, l’identità, il legame con il territorio, inserendosi al contempo nel mercato globale e utilizzando a questo scopo le possibilità offerte dalla rete.
Proprio in occasione di Pic & Nic, evento organizzato dal Comune di Trevi in collaborazione con la Strada dell’Olio Dop Umbria, le stanze dai soffitti affrescati di Villa Fabri si animeranno di giovani esperienze artigianali di qualità umbre e non e daranno spazio a quelle realtà produttive che hanno saputo fronteggiare, con coraggio, le sfide del mondo globalizzato, da un lato mettendo a frutto il proprio patrimonio di saperi tradizionali e di cultura e preservando il legame con il territorio, e, dall’altro lato, promuovendo le aziende con i moderni strumenti messi a disposizione dall’evoluzione tecnologica, esperienze appassionanti e per appassionati di qualità, di nuove idee, di piccolo, di buono, anche “imperfetto”, di raro, di cultura ed identità; tutte caratteristiche che sono proprie anche del nostro territorio e di chi ci lavora.
In questo contesto, è previsto l’intervento di Giampaolo Colletti, collaboratore esterno Nòva24-Sole24Ore, ed ideatore del progetto www.wwwworkers.it (prima job community dei lavoratori della rete), esperto di media digitali, nuove professioni e comunità sul web, ma anche communication manager e story teller digitale che da tempo lavora nel campo delle nuove tecnologie dei social tv, web tv, social network, internal communication e community on line.
Durante Pic & Nic 2014 verrà lanciato il Premio giornalistico nazionale Reporter del Gusto, promosso da Comune di Trevi esentiero dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio, con il patrocinio della Regione Umbria e della Provincia di Perugia. Il concorso, con cadenza biennale, riservato a scrittori, giornalisti, studenti delle scuole di giornalismo, registi e redattori di servizi radiotelevisivi e di filmati che abbiano pubblicato o trasmesso le loro opere tra il maggio 2013 e il 30 agosto 2014, si pone l’obiettivo di valorizzare le eccellenze enogastronomiche dei territori italiani a vocazione olivicola tramite la premiazione delle attività di comunicazione che, anche a livello internazionale, ne abbiano promosso e diffuso l’immagine.
Numerosi saranno poi gli eventi in calendario fra tradizione e novità: “Olio&Cicoria al Museo”, percorso di assaggio tra cicoriette, cotecacchie, asparagi, raponzoli, pinpinella e pinpinellone in abbinamento agli oli monocultivar del territorio, moraiolo, San Felice, frantoio, leccino, con la partecipazione di esperti degustatori di erbe e di oli; il Mercato dei formaggi e il Mercato del Contadino, con esposizione e vendita dei prodotti della terra, di prodotti Biologici e di Olio Extravergine di Oliva Dop Umbria dei produttori di olio di Trevi; l’album dei ricordi delle famiglie di Trevi, un’iniziativa ospitata dal Museo della Civiltà dell’Ulivo che esporrà foto vecchie e recenti allo scopo di documentare la continuità nel tempo del legame tra le famiglie trevane e la coltivazione dell’olivo; passeggiate in mezzo alla natura alla ricerca di erbe spontanee commestibili; trekking naturalistici tra gli ulivi e nei luoghi minori di San Francesco; i laboratori di artigianato per adulti e ragazzi organizzati da alcuni piccoli musei dell’Umbria (Museo dell’Olio, della Canapa, del Vetro); i Concerti al tramonto e le esposizioni d’arte contemporanea a Palazzo Lucarini; il Mercato dell’antiquariato e le merende tra gli olivi.
Cinzia Veneziano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here