Home Best Chef Collezione Balmain

Collezione Balmain

192
0
SHARE

Una volta Pierre Balmain, riferendosi a Erik Mortensen – collaboratore e direttore creativo della maison dal 1982 al 1990 – disse: “È più Balmain di me”. In effetti, per il couturier nato in Alta Savoia nel 1914, il suo stile era una filosofia di vita, una façon d’être inneggiante al lusso, di cui lui era il primo esponente. Mondano e puntiglioso, la sua donna era una jolie madame in abito da sera, anche di giorno. Forgiava le sue creazioni per la royalties del cinema come Grace Kelly, Vivien Leigh, Katherine Hepburn – che spesso vestiva sui set – e per le vere regine, come Sirikit di Thailandia. Sue clienti anche erano le Duchesse di Windsor e di Kent. Preziosissima fu l’amicizia con Gertrude Stein, che lo introdusse a Cecil Beaton. Ossessionato dalla ricerca del capo perfetto per l’occasione ideale, secondo una logica de l’art pour l’art, l’abito era per lui il risultato di un progetto architettonico in un processo di graduale eliminazione del superfluo. Un “rappel à l’ordre”, imparato chez Molyneux, che portò con sé fin dalla sua prima collezione, nel 1945: lineare e snella con un appeal leggermente esotico.

Credits:
Stilista parrucchiere: Steven Goldsworthy • Fotografo: Cédric Jean Pierre Pradel • Stilista per il trucco: Pietertje Schmitt
Stilista: Giuliano Bolivar • Capelli: Balmain Hair • Fashion: Balmain

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here