Home Lifestyle A casa Asburgo sgorga acqua termale

A casa Asburgo sgorga acqua termale

173
0
SHARE

Al Grand Hotel Imperial di Levico Terme, antica residenza estiva degli Asburgo, scorre l’acqua termale: in questa dimora storica, inaugurata nell’anno 1900 tra i fasti della corte asburgica si respira la magia delle terme.
Nel reparto termale dell’hotel, stile Belle Epoque, arriva l’acqua preziosa che sgorga a circa 1500 metri di altitudine, dal monte Fronte, in mezzo alla natura alpina: le acque curative termali di Levico vengono condotte all’hotel (unico hotel a Levico con le terme in casa) e vengono utilizzate al Grand Hotel Imperial per le terapie e per i trattamenti wellness.
Per il loro effetto terapeutico, le cure e le applicazioni beneficiano di assistenza medica: i metodi applicativi sono la balneoterapia, gli impacchi di fango (utilizzato tra l’altro per chi soffre di neurodistrofia e malattie reumatiche psicosomatiche, artrosi, artrite reumatoide e psoriasica e per il trattamento in seguito a fratture sono anti-infiammatori e rilassanti, alleviano il dolore e promuovono la mobilità), ma anche inalazioni (per pazienti affetti da asma, allergie, varie malattie polmonari croniche, sinusiti, riniti o rinosinusiti, faringiti e laringiti). Esercizi di fisioterapia di respirazione possono essere di supporto. I bagni termali e i massaggi contribuiscono anche ad aumentare il benessere generale.
PROPRIETA’ DELL’ACQUA
Le due fonti termali di Levico e Vetriolo sono parte del paesaggio naturale della Valsugana e costituiscono una popolare destinazione turistica in Trentino: le sorgenti termali scaturiscono sulla catena del Lagorai, esattamente sul Monte Fronte, alla fine del tunnel che era stato scavato nel Medioevo per l’estrazione di minerali. Percorrendo grandi distanze nella roccia, l’acqua si arricchisce di minerali preziosi: infatti, entrambe le fonti contengono ferro, ma vengono distinte in sorgente “forte” e sorgente “debole”. L’ acqua forte, che arriva alla fonte ad una temperatura di 9 ° C, viene utilizzata per scopi curativi: è caratterizzata da una elevata concentrazione di minerali, ha un ph molto acido e contiene solfato, ferro, arsenico e altri metalli come rame e zinco. Una composizione unica in Europa e in Italia. La forza rigenerante dell’acqua forte di Levico, riconosciuta da secoli e in parte confermata da studi scientifici, è una preziosa risorsa della natura. Oggi viene impiegata per affrontare problemi dermatologici, disturbi ginecologici, disturbi del sistema muscolo-scheletrico e nel sistema respiratorio. E’ un’acqua disinfettante e ha proprietà anti-infiammatorie, stimola la circolazione e favorisce le funzioni corporee; cura le malattie delle vie respiratorie superiori; cura la psoriasi; combatte l’artrosi e i reumatismi; sul sistema nervoso, ha un effetto calmante ed è anche utilizzata con successo per curare le condizioni di paura e di stress.
Le “ricette” del benessere al Grand Hotel Imperial hanno origini lontane nel tempo. Come in passato, ci si può semplicemente rilassare in piscina (nei mesi estivi c’è anche una splendida vasca esterna in una zona straordinariamente tranquilla del grandissimo parco), nel caldissimo idromassaggio, nella sauna o nel bagno turco, nella sala relax (dove si possono sorseggiare bevande rinfrescanti e tisane), oppure si può intraprendere un percorso di trattamenti viso e corpo che va incontro a tutte le esigenze. Massaggi e trattamenti vengono eseguiti nelle confortevoli cabine dotate di vasca da bagno privata e lettino.

LA STORIA DELL’ACQUA TERMALE
Le acque termali di Levico e Vetriolo furono scoperte nel Medioevo durante i lavori in una miniera delle Dolomiti. Una società di balneo – attività fondata nel 1860 – portò l’acqua attraverso un acquedotto da Vetriolo a Levico. Verso la fine dell’800 Levico divenne una città e una linea ferroviaria fu aperta in Valsugana.
Con l’aiuto dell’imprenditore berlinese Giulio Adrian Pollacsek, la città di Levico divenne un importante centro termale. Pollacsek fondò la Società dell’acqua curativa Levico-Vetriolo e fece costruire a tempo di record la lussuosa dimora. Per la progettazione del suggestivo parco con la sua rete di sentieri assunse il famoso architetto dei giardini di Norimberga Georg Ziehl.
Alla cerimonia di inaugurazione nell’anno 1900 intervennero l’Arciduca Eugen von Habsburg e importanti personalità provenienti da tutta Europa. Negli anni vari membri della famiglia imperiale degli Asburgo soggiornarono al Grand Hotel Imperial, insieme ad illustri ospiti: tra loro la principessa Windisch Graetz – una cugina di Sissi – l’Arciduca Karl Theodor della Baviera e Re Alberto del Belgio, il principe Borghese e il principe Colonna, alcuni membri della famiglia Romanov, personalità del mondo della finanza come i Rothschild e industriali come Feltrinelli e Sonzogno.

IL GRAND HOTEL IMPERIAL
Nel secolo scorso, Levico Terme era terra prediletta dell’Impero austro-ungarico ed era un luogo molto amato non solo dagli Asburgo ma da tutta la nobiltà d’Oltralpe, che, soprattutto in estate amava trascorrere lunghi periodi di villeggiatura a Levico, per riposare e godere del clima salubre di quest’area. Fin dagli inizi del Novecento molti ospiti illustri dei circoli aristocratici e finanziari europei furono ospiti nella residenza degli Asburgo di Levico.
Ancora oggi, questa magnifica dimora conserva il suo fascino imperiale. Un hotel impregnato di storia: albergo di lusso, luogo di incontro, fonte di ispirazione, punto di partenza per escursioni e avventure, angolo creativo, oasi di benessere, tempio dei buongustai.
Dalla hall ai corridoi, dal centro termale e benessere alle sale riunioni e banchetti, il Grand Hotel Imperial presenta agli ospiti meravigliosi ambienti che oltre a possedere un formidabile valore storico, artistico e architettonico, sprigionano un’atmosfera di classe. Il ristorante propone una cucina raffinata che privilegia i prodotti locali e di stagione ed è situato in un’ampia sala ricca di decorazioni.
Le stanze del Grand Hotel Imperial sono luoghi senza tempo, impregnati di storia e di antichi splendori, di fascino e di magia. Pavimenti in legno, pareti decorate, arredi raffinati che richiamano lo stile austro-ungarico. Le 81 stanze sono in parte arredate con mobili d’epoca, alcune dispongono di terrazzi e balconi. Fiore all’occhiello dell’hotel è la Suite Sissi, una stanza principesca che trasporta gli ospiti nell’atmosfera incantata della Belle Époque.
L’hotel è situato all’interno di un grande parco centenario di oltre 12 ettari. Levico Terme è il punto di partenza ideale per gite ed escursioni: gli ospiti del Grand Hotel Imperial possono visitare città come Padova o Trento, dedicarsi alle attività sportive, scoprire la bellezza della natura del Nord Italia.
Tutto questo immenso patrimonio è “immerso” nell’acqua curativa termale di Vetriolo e Levico, un’acqua dotata di grandi proprietà che arriva direttamente nel reparto termale dell’hotel attraverso speciali condutture, così gli ospiti possono accedere alle cure termale senza uscire dalla struttura. Il Grand Hotel Imperial è l’unico hotel di Levico ad offrire questo servizio.

COSA FARE NEI DINTORNI
LA SPIAGGIA: la costa del pittoresco lago di Levico dista circa 2 km. In bici o a piedi è un’escursione formidabile, per assaporare il fascino del lago, soprattutto in primavera ed estate, per poi concedersi dell’ottimo relax sotto le piante secolari del parco. Il lago di Levico ha ricevuto la “Bandiera Blu” nel 2013 come riconoscimento per l’impegno verso la sostenibilità e la tutela dell’ambiente. Ci sono due bagni e una spiaggia pubblica. Una bella passeggiata permette di fare il giro del lago. Leggermente più in alto, si trova il lago alpino di Caldonazzo.
LEVICO TERME – Lo splendore del Grand Hotel Imperial si sposa con il paesaggio circostante. La bella stazione termale di Levico Terme è una piccola città nel nord Italia a sud delle Dolomiti. Le città più grandi come Verona, Padova e Bolzano sono a portata di mano per una gita giornaliera. Percorsi affascinanti e sentieri invitano a fare passeggiate ed escursioni; la zona è particolarmente apprezzata dagli appassionati di auto d’epoca e motociclisti.

FESTE ED EVENTI – Feste dedicate al vino, mercatini con artigianato tradizionale, esposizioni e concerti; ma anche il celebre mercatino natalizio che si tiene ogni anno nel parco termale di Levico. Da non perdere la Festa degli Orti, ogni anno, la Festa del Latte, il Tour Transalp per ciclisti, il Festival del Benessere.

ALCUNE PROPOSTE DI SOGGIORNO
WEEKEND DI COCCOLE – Un piccola piacevole pausa al Grand Hotel Imperial aiuta a ritornare attivi per affrontare le sfide della vita quotidiana. E’ la proposta di soggiorno a ottime tariffe, durante il weekend. Un weekend di coccole con pregiato prosecco da gustare in camera con il proprio partner, magari accompagnando il momento con i gustosi prodotti offerti dalla pasticceria, cena a lume di candela con vini selezionati dalla cantina, area wellness, libera circolazione sui mezzi pubblici del Trentino e libero ingresso a varie attrazioni della regione.

BENESSERE PER COPPIE – Weekend “in due”, un weekend molto speciale: insieme al vostro partner assaporate una piccola pausa relax e godetevi ore di tranquillo e stimolante benessere secondo la tradizione imperiale. Per le signore sono previsti: trattamento idratante “Body Strategist Firming” e “Skin Regimen” trattamento viso, manicure con smalto curativo. Per gli uomini: massaggio anti-stress della “Tranquility”, trattamento stimolante viso “Hidra Performance” e manicure firmati [comfort zone].

INFORMAZIONI
DISTANZE dal Grand Hotel Levico
La stazione ferroviaria dista circa 1 km dall’hotel ed è raggiungibile a piedi. Verona dista circa 120 km, Padova 110 km Venezia 140 km e Milano circa 250 km. Trento dista da Levico Terme solo 22 km. L’aeroporto più vicino è situato a Verona (Villafranca), a circa 100 km di distanza. Altri aeroporti sono a Venezia (140 km) e Milano (250 km).

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here