Home Bellessere Candida e zinco, effetti e cura

Candida e zinco, effetti e cura

651
0
SHARE

La CANDIDA ALBICANS
è un fungo che vive naturalmente all’interno del tratto gastro – intestinale di ognuno di noi. In presenza di una flora equilibrata è innocuo; in caso di alterazione di questo equilibrio il fungo prolifera, produce tossine e, da una forma latente, passa ad una forma clinica. Ecco che le tossine entrano in circolo e vanno a colpire altri organi: nasce così l’infiammazione e compare la malattia.

I fattori che creano lo squilibrio a favore della candida sono:
• La presenza di zuccheri.
• La mancanza d’aria (si consiglia l’utilizzo di slip in cotone).
• Le difese immunitarie basse (dovute a stress, affaticamento o patologie).

POSSIBILI SINTOMI
Il sintomo principale è il prurito estremamente fastidioso. Un altro sintomo evidente della presenza di candida è costituito dalle tipiche perdite biancastre, piuttosto consistenti e abbondanti, difficilmente confondibili con normali perdite fisiologiche. Vi sono poi una serie di sintomi secondari, quali la stanchezza, l’ansia, l’insonnia e l’aumento di peso. La voglia irrefrenabile di dolci è spesso un segnale di protesta della candida, la quale richiede il suo nutrimento.

PRODOTTI CONSIGLIATI
Candida S.O.S.: è una lavanda vaginale concentrata ed estremamente efficace nel caso di questa fastidiosa e frequente affezione. Contiene diverse sostanze naturali che agiscono in sinergia per generare una forte azione antimicotica.
Contiene tea tree, l’unico olio essenziale attivo contemporaneamente contro tutti e tre gli organismi infettivi: batteri, virus e funghi. La presenza di Camomilla ha una funzione lenitiva che agisce favorevolmente contro bruciore e prurito.
S.O.S Candida ha una azione d’urto, usala e in breve tempo potrai dire addio a tutti gli insopportabili fastidi causati dalla candida.

Consiglio d’uso: diluire un tappino di prodotto in 400 ml d’acqua, da utilizzare con la doccia intima. Confezione concentrata da 100 ml.
Mix Bilanciato Clark Potenziato: antimicotico. Assumere 40 gocce in acqua due volte al dì, per circa due o tre settimane.
Vitamina C oppure Estratto di Semi di Pompelmo: sono entrambi ricchi di flavonoidi che rinforzano il sistema immunitario. Continuare l’assunzione per almeno tre settimane e, a titolo preventivo, in situazioni di forte stress.
Bromelina: enzimi per una buona digestione, una corretta assimilazione ed evacuazione. Assumere 1-2 capsule prima di colazione e 1-2 capsule prima di pranzo.
Benessere Intestinale: utile alla pulizia del tratto gastro intestinale, con un intervento costante di almeno due mesi. Assumere 1-2 capsule alla sera e 1 capsula eventualmente al mattino.
Cibi da evitare:
Zucchero
cibi che contengono lievito e farina di frumento
cereali raffinati
cibi fermentati e cibi ricchi di conservanti
prodotti caseari con latte vaccino
funghi e tartufi
tè, caffè, alcolici e bevande gassate
cibi affumicati o fritti
Insaccati e spezie piccanti.

Zinco e carenze

I soggetti che manifestano solitamente carenze di zinco sono quelli che seguono una dieta non equilibrata oppure un modello alimentare povero o del tutto privo di alimenti di origine animale, come ad esempio chi segue la dieta vegetariana; queste persone presentano le stesse carenze di chi fa un alto consumo di alcool o di chi soffre di particolari patologie, come ad esempio AIDS o particolari forme di tumore o patologie intestinali, ecc..
È dimostrato che l’assunzione giornaliera di 12 mg di zinco acetato è utile per ridurre notevolmente la durata del raffreddore e, in genere, degli altri disturbi da raffreddamento. Lo zinco risulta in grado di migliorare le difese fisiologiche contro i virus, tale azione è rafforzata dalla vitamina A e dal magnesio.
Lo zinco può aiutare nella lotta contro l’infezione e l’infiammazione della prostata. Lo zinco è richiesto dal corpo per la produzione di testosterone e, senza una quantità sufficiente di questo ormone, un uomo può subire una riduzione di spermatozoi, un calo del desiderio sessuale e altri problemi ormonali connessi. Svolge inoltre un ruolo anche nella mobilità degli spermatozoi, infatti lo zinco viene sperimentato con successo nelle terapie contro la sterilità maschile. (Per maggiori informazioni vedere il nostro prezioso protocollo per i problemi di prostata, in cui lo zinco ha un ruolo importante).
Agendo sulla produzione di ormoni, lo zinco contrasta le amenorree primarie e secondarie, le sindromi premestruali e climateriche. Aumenta il desiderio sessuale.
L’integrità della pelle dipende dallo zinco, che deve essere presente in quantità sufficiente per garantire la sintesi proteica e, in particolare, la produzione del collagene. La perdita di elasticità e la formazione di smagliature è associata a carenza relativa o assoluta di zinco, come anche la caduta di capelli. Sono inoltre segni di carenza di zinco il cattivo odore dei piedi e la presenza di macchie bianche ungueali (queste ultime legate anche a contemporaneo eccesso di rame).
In gravidanza e nel periodo dell’allattamento è importante non avere deficit di zinco nella dieta alimentare. Lo zinco è importante per la divisione cellulare e per il processo di rigenerazione. Adeguate quantità di zinco in gravidanza contribuiranno a ridurre le complicanze legate allo sviluppo del feto e alla nascita prematura. Durante l’allattamento al seno, soprattutto nei primi mesi, è importante che la neo-mamma reintegri le quantità di zinco perse attraverso il latte, sia per il proprio benessere, sia per la qualità del latte stesso.
Lo zinco è necessario per l’immagazzinamento dell’insulina. In caso di diabete, sia giovanile che adulto, si è notata una carenza o un aumento del fabbisogno di zinco e quindi questo minerale aiuta la produzione e l’azione dell’insulina.
Una carenza di zinco produce ritardo nella crescita e compromissione dei tessuti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here