Home Cantine Baladin ospita anche il vino

Baladin ospita anche il vino

40
0
SHARE

Mercoledì 21 maggio a Milano in via Adelaide Ristori 2 ha aperto Bibendum Baladin. Per la prima volta Baladin ha deciso di ospitare in un suo locale anche il vino.
bibendum-baladin-1-800x531Nel nome Bibendum Baladin si scorge l’intento di partenza: Bibendum è infatti il nome dell’enoteca che Baladin ha rilevato. Ora al suo interno campeggiano tantissime birre – Baladin e non – insieme ad altrettante bottiglie di vino, con una scelta predominante sui vini liberi.
Ma la birra rimane protagonista: alla spina troviamo le grandi classiche, come la Brune, la Nora e la Isaac; non solo: disponibili ci sono anche la Nazionale – birra ottenuta da soli ingredienti italiani, che nulla ha da invidiare alle sorelle – e la Soraya, ultima creazione del Mastro Birraio Teo Musso in onore della nascita di sua figlia.
La Soraya è una birra chiara, arricchita da macis, zenzero, lemongrass e datteri: un mix di aromi che al palato regala una nota decisa e corposa. Ben miscelati fra loro, i sapori rendono questa birra gustosa e piena come una birra d’alta gradazione, cosa che però non è: con soli 3,7 gradi alcolici, anzi, si adatta a tutti i palati.
Completa ma non complessa, la Soraya è dissetante e beverina, perfetta per il clima estivo. Il sapore deciso non stanca e la bassa gradazione la rende adatta anche ad accompagnare i pasti. Insomma, un altro ottimo risultato per Teo Musso.
Non potendo ancora trovare in bottiglia questa nuova birra, l’inaugurazione del Bibendum Baladin è stata  l’occasione perfetta per assaggiarla.
Baladin, intanto, guarda avanti con altre novità in programma: partendo proprio dal Bibendum Baladin, Teo Musso ha messo in pratica un’altra delle sue idee. La proposta è quella di scegliere insieme la birra ospite del mese: a rotazione, un birrificio artigianale italiano sarà loro ospite con 3 delle sue birre in bottiglia.
Infine, su Facebook ha lanciato un’app per poter creare la propria etichetta personalizzata che, se verrà scelta fra le migliori, verrà anche esposta all’Open Baladin di Torino.
Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here