Home Bellessere Alimentazione e benessere: intervista a Paola Signorelli

Alimentazione e benessere: intervista a Paola Signorelli

123
0
SHARE

LPS_6584-624x444Medico Chirurgo Specialista in Scienze dell’Alimentazione e Dietetica, Paola Signorelli è medico esperto e consulente in Medicina Antiaging, in Nutrizione Biologica e in Nutrizione e Integrazione nello Sport. La Dott.ssa Signorelli è stata consulente per Amway in occasione del lancio stampa bodykey, svoltosi a Milano lo scorso giugno.

Curare la propria alimentazione non è sempre facile, soprattutto se si considera che almeno un pasto della giornata si consuma fuori casa: cosa ne pensa dell’assunzione di pasti istantanei come barrette, zuppe, frullati ecc? Quando non è possibile fare un pasto completo, possono rappresentare un aiuto per controllare il peso assumendo comunque i nutrienti necessari?

Trovo che i pasti istantanei aiutino a non saltare i pasti, come purtroppo talvolta accade, e quindi a non arrivare eccessivamente affamati al pasto successivo e a evitare cibi “spazzatura” o eccessivamente raffinati e trattati dall’industria, di cui inconsapevolmente la maggior parte delle persone fa uso. E’ comunque necessario inserire i pasti istantanei nel contesto di una nutrizione “sana”: quindi se non si è “addetti ai lavori” è bene essere guidati da personale esperto e serio.

Secondo quanto emerge dalla nuova edizione del Global Phytonutrient Report pubblicata sul numero di settembre del British Journal of Nutrition e realizzato dal NUTRILITE Health Institute, la maggior parte degli adulti a livello globale dovrebbe in media almeno raddoppiare il proprio consumo quotidiano di frutta e verdura al fine di soddisfare le raccomandazioni minime indicate dall’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Cosa ne pensa dell’utilizzo degli integratori alimentari?

Qualora non si possano assumere con costanza le “famose” 5 porzioni di frutta e verdura fresca giornaliere, integratori di qualità e adeguati alle esigenze personali, sono utili nonché necessari per assicurarci gli apporti di micronutrienti di cui abbiamo bisogno.

Nello specifico, quando si è “a dieta”, non c’è il rischio di non assumere a sufficienza vitamine e minerali di cui il nostro corpo ha bisogno per stare bene?

Assolutamente sì, a mio parere il rischio è molto alto anche perché oggi la prevalenza, purtroppo, e dico purtroppo, delle diete è iperproteica con un ridotto se non nullo apporto di frutta e verdura e in qualche caso anche di olio di oliva extravergine…non ci può essere nulla di più dannoso.

Settembre è il mese dei buoni propositi: controllare l’alimentazione, tornare a svolgere attività fisica e in generale pensare al proprio benessere sono i programmi  che accompagnano il ritorno alla quotidianità. Che consiglio sente di dare a chi vuole ritornare a sentirsi bene con se stesso?

Mi sento di dire di riflettere di più sulle nostre scelte nutrizionali, di essere più critici nei confronti di ciò che mettiamo nel carrello della spesa, di farci guidare da professionisti seri, di comprendere che il cibo è il nostro carburante e non possiamo “ingolfare” il nostro motore. Per stare bene ed essere efficienti dobbiamo scegliere il nutrimento adatto a noi: c’è molta confusione e c’è bisogno di molta informazione seria e anche di fare qualche piccolo sacrificio…i “junk food” sono buoni ma…fanno male. Aggiungo anche che il corpo è prediposto al movimento, all’attività fisica: è  vitale, così come vitale è comprendere i nostri più profondi desideri e realizzarli.

ll programma bodykey by NUTRILITE è adatto a tutti? Può essere utilizzato anche da chi non ha bisogno di perdere peso ma sceglie di condurre uno stile di vista sano?

Assolutamente sì, tranne a chi ha stati patologici particolari che devono essere supervisionati dal proprio medico di fiducia e alle donne in gravidanza e ai minorenni. Ritengo sia un valido e affidabile strumento per costruire il nostro modello di nutrizione e attività fisica personalizzato e per rimanere aggiornati su quanto il cibo influenzi il nostro corpo non solo da un punto di vista estetico, ma soprattutto nei suoi più sottili e sofisticati meccanismi biochimici e cellulari.

Per maggiori informazioni sulla Dott.ssa Paola Signorelli: PaolaSignorelli.it

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here