Home Bellessere Affaticamento: superiamolo con metodi naturali

Affaticamento: superiamolo con metodi naturali

79
0
SHARE

La stanchezza è spesso sintomo di affaticamento, un indebolimento delle facoltà di resistenza del nostro organismo che può diventare progressivo. Ma cosa possiamo fare per superarlo con rimedi naturali?

Spesso dovuto a sforzi intensi o prolungati, l’ affaticamento non va sottovalutato, va bensì curato tramite il riposo e utilizzando semplici rimedi naturali a base di prodotti che, se non avete in casa, potrete trovare facilmente nella vostra erboristeria di fiducia. Ecco alcuni esempi di rimedi naturali che potrete consumare per migliorare la vostra condizione di stanchezza.

Rafano
soia (farina, germogli, semi, olio) con la quale è possibile preparare una *purea* lasciando per 36 ore 150 grammi di semi in un litro d’acqua, filtrando il tutto, e mescolando il liquido con i semi dopo averli schiacciati. La purea ottenuta va consumata entro 24 ore dalla creazione
succo di prugna, come aperitivo prima dei due principali pasti
infuso di coriandolo (una tazza dopo ogni pasto), da preparare lasciandone 40 grammi di frutti in un litro di acqua bollente per dieci minuti
decotto di genziana maggiore (due tazze al giorno lontano dai pasti): 20 grammi di radici da bollire per dieci minuti in un litro d’acqua

vino di finocchio selvatico (due piccoli bicchieri al giorno): 30 grammi di semi da macerare per due settimane in un litro di vino rosso (possibilmente di qualità), filtrare e il vino è pronto
infuso di nepetella (una tazza al giorno): si prepara in dieci minuti lasciando 20 grammi di pianta fiorita in un litro d’acqua
infuso di orchidea (berne un litro al giorno): 5 grammi di polvere di tubero d’orchidea lasciati in un litro d’acqua bollente per dieci minuti
infuso di veronica (una tazza al giorno): 20 grammi di sommità fiorite in un litro di acqua bollente per cinque minuti
infuso di rosa canina (quattro tazze al giorno): 50 grammi di fiori e foglie da lasciare per dieci minuti in un litro d’acqua bollente
decotto di rafano (una tazza a ogni pasto): fate bollire 30 grammi di radici fresche in un litro d’acqua per cinque minuti
decotto di prugnolo (un litro al giorno): 40 grammi di frutti vanno fatti bollire per cinque minuti in un litro d’acqua

Avete a disposizione molte soluzioni per risolvere il problema dell’ affaticamento, affidatevi alla natura e rimarrete stupidi dal suo potere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here