Home Evidenza A primavera Ledro mette il sole nel piatto

A primavera Ledro mette il sole nel piatto

153
0
SHARE

infuso_di_aghi_di_pino_dell_elda,474Con l’arrivo di primavera ritornano i “menu Ledro”, l’iniziativa promossa dal Consorzio per il Turismo e dai ristoratori della Valle per far conoscere i piatti della cucina locale, combinando per ogni stagione colori e sapori che si (e ci) attraggono. La Primavera è  all’insegna dello zafferano, la “spezia del sole” che con il suo giallo evoca calore, energia e benessere. Nei ristoranti convenzionati ricchi menu bio-gourmet e un piccolo omaggio… made in Ledro!

Non poteva venire che da uno degli angoli più verdi d’Italia un’iniziativa come quella dei Menu Ledro, promossa dal Consorzio per il Turismo e dai ristoratori della Valle per far conoscere i piatti della cucina locale, combinando per ogni stagione dell’anno colori e sapori che si (e ci) attraggono.

Con l’arrivo della Primavera “Menu Ledro” comanda color… giallo. Caldo, potente, pieno di energia, come la “spezia del sole”, lo zafferano. Un ingrediente raro – nasce da un bulbo che riposa per tutta la primavera sotto terra, poi diventa una piantina, un fiore viola e finalmente la polverina dorata che tutti conosciamo – citato nella Bibbia come pianticella pregiata del giardino nel Cantico dei Cantici e reputato da sempre un “elisir di lunga vita” per le sue tante virtù benefiche.

Il prossimo 10-11 maggio gli chef della Valle di Ledro abbineranno lo zafferano a tante varianti di paste fatte in casa: dagli “gnocchetti di patate saltati con vellutata di verze allo zafferano, midollo di vitello e riduzione di Marzemino” ai “ravioli con farina d’orzo ripieno di crema di sedano rapa e zafferano di montagna con salsa di asparagi verdi e fiocchi di ricotta nostrana leggermente affumicata”. Ma le proposte sono davvero tante e per tutti i palati: “bavarese di ‘poina’ fatta in casa allo zafferano di montagna con tartare di fassona e clorofilla di ortica”; “cannoli di pane con spuma di speck e maionese all’acqua e zafferano”; “nidi di polentina tiepida allo zafferano e lardo scioglimbocca”. Per non parlare dei dolci, una delizia fin solo da leggere: si va dalle “sfoglie croccanti alle nocciole e mousse di mascarpone alla liquirizia con gelatina allo zafferano ed essenza di mela campanina”, al “gelato fatto in casa al latte di mandorla e zafferano con mele caramellate”.

Per chi ama i piatti bio-gourmet (cucinati utilizzando prodotti di piccole aziende locali della Valle) l’occasione è di quelle da non perdere: i Menu Primavera sono disponibili a pranzo e a cena, il sabato e la domenica, presso i ristoranti che aderiscono all’iniziativa e comprendono per tutti i buongustai un piccolo omaggio “made in Ledro”

Redazione online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here