Home Evidenza Come spiare i propri mariti………….

Come spiare i propri mariti………….

328
0
SHARE

Vediamo come funziona un’intercettazione telefonica vera e come è possibile nella realtà intercettare tutto il traffico dati e voce di un telefono cellulare.
Esistono vari scenari operativi contraddistinti da diversi livelli di competenza tecnica a cui può esser rivolta un’intercettazione, si và dal coniuge che non si fida di chi gli sta vicino, quindi in parole povere teme che la moglie o il marito di turno gli faccia le corna, fino all’intercettazione fatta per motivi di pubblica sicurezza, quali ad esempio le conversazioni telefoniche un  esponente mafioso.
Una persone comune, non avendo a disposizione risorse e conoscenze di alto livello, può utilizzare un cosi detto metodo “del pover uomo” che prevede l’installazione di un software sul dispositivo da intercettare. Questo metodo necessita quindi del possesso fisico dell’apparato radiomobile, o almeno di entrarne in possesso per un breve periodo sufficente per copiare e installare il programma spia.
Un software di questo tipo, che è reperibile su internet per pochi dollari, una volta installato manda tutte le informazioni reperibili sul cellulare, come gli SMS o MMS inviati e ricevuti, le chiamate fatte e ricevute o i dati della rubrica, ad un investigatore o presunto tale, che se ne sta comodo a casa sua sorseggiando un Mojito. Ovviamente nella maggior parte dei casi la persona spiata non si accorge di nulla. Inoltre è possibile inviare via SMS comandi al cellulare spiato in modo da fargli fare determinate azioni predefinite da chi lo ha installato.
Questa è la tecnica preferita da mogli e mariti aspiranti 007 che con qualche euro e un software quale Guardian può farsi gli affari del proprio coniuge.
Spero che sia inutlie dover sottolineare che ogni tipo di intercettazione telefonica svolta senza autorizzazione è illegale.
Un’intercettazione a più alto livello tecnico, ad esempio quelle ordinate dall’Autorità Giudiziaria, viene fatta con modalità diametralmente opposte. Non è richiesto il possesso dell’apparato da spiare perchè con la collaborazione degli operatori di telefonia avviene l’intercettazione del flusso voce o dati prima che questo arrivi all’apparato radiomobile. Non voglio dilungarmi su come avviene questo. Magari sarà argomento di un futuro post, quindi rimanete sintonizzati!
Nel secondo caso, è quasi impossibile accorgersi di essere intercettati, mentre nel primo è possibile, ma pure questo sarà  argomento un’altro post.

Yulia Shesternikova

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here