Home Evidenza John Galliano senza Galliano

John Galliano senza Galliano

361
0
SHARE

Non c’è più pace per John Galliano. Lo stilista britannico, licenziato dal suo incarico di direttore artistico di Dior, è stato allontanato anche dalla propria griffe creata nel 1984, che a sua volta è di proprietà per il 91% di Christian Dior. La società stessa, Galliano SA, era stata creata in concomitanza all’ingresso dello stilista in Givenchy, sempre nell’orbita del gruppo LVMH.
L’allontanamento di Galliano costituisce comunque un provvedimento un po’ sorprendente. Del resto è vero che, dopo lo scandalo delle frasi antisemite e razziste pronunciate dal designer in stato di ebbrezza, Sydney Toledano, PDG di Christian Dior Couture e della Galliano SA, aveva immediatamente espresso la sua intenzione di non lavorare più con lo stilista britannico. La questione poi aveva creato scompiglio nell’ultima Fashion Week parigina, dove sono stati tanti i protagonisti rimasti scioccati dall’accaduto. Il défilé Dior era stato mantenuto in programma, mentre quello di John Galliano era stato sostituito da una mini-sfilata in un salone di Parigi.

Intanto, la griffe John Galliano sta già alimentando i desideri e le brame di possesso di molte aziende del settore, nonostante la sua situazione finanziaria non proprio florida. Nel 2009, il brand ha fatto registrare soli 14 milioni di euro di fatturato, con 5,3 milioni di perdita netta.

Fonte Fashion Mag

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here